Hogh, Alexander

Tagebuch 14/18

Tagebuch 14/18 — Vier Geschichten aus Deutschland und Frankreich racconta la vera storia di Walter, Nessi, Lucien e René, due giovani tedeschi e due giovani francesi che vivono la Guerra dal 1914 al 1918 al fronte, nelle retrovie e in un piccolo paese nelle immediate vicinanze della linea del fronte.
I destini di questi quattro giovani si sommano a delineare il panorama sociale della prima Guerra Mondiale – testimone dell’ immane catastrofe del XX secolo, dalla prospettiva di quattro giovani europei.

Prefazione
Il 2014 è stato l’anno del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, un anniversario che, nei paesi che ne furono allora protagonisti, ha ricevuto una grossa attenzione pubblica. E così anche in Germania dove il ricordo del conflitto automaticamente rimanda alla catastrofe della Seconda Guerra Mondiale e dell’Olocausto. Questo interesse è stato declinato in progetti ambiziosi di tutti i tipi, di intento pedagogico, culturale e storico. Mostre, pubblicazioni, film e manifestazioni culturali hanno dato la possibilità ai cittadini di ricordare quel passato e di comprenderlo meglio.

Il periodo 1914-1918 è stato, come si diceva una volta, una „Grande Guerra“, una guerra totale, che seppur in maniera diversa, ha comunque coinvolto l’intera popolazione. Tagebuch 14/18 — Vier Geschichten aus Deutschland und Frankreich mostra proprio questo attraverso i suoi quattro protagonisti che vivono la guerra, chi al fronte, chi nelle retrovie e chi in prossimità della battaglia.

Questo libro si inserisce in questo flusso di commemorazioni ma ne emerge per la sua originialità. Intanto si caratterizza per il suo carattere duale franco-tedesco. Nonostante gli sforzi per celebrare l’anniversario e presentare il conflitto in termini transnazionali e globali, qui viene piuttosto rappresentato in una cornice prevalentemente nazionale.
Questo fumetto si differenzia dall’usuale approccio grazie ai suoi autori, la scelta dei protagonisti e la contemporanea pubblicazione nelle due lingue, così da offrire un continuo cambio di prospettiva sulle vicende.

Il progetto unisce l’intento pedagogico alla ricerca storica e alla rappresentazione artistica. Presenta i diari autentici e le memorie di due giovani tedeschi e due giovani francesi che hanno vissuto quella guerra. Questi documenti, selezionati con accuratezza, ci ricordano quanto i giovani europei siano stati coloro che più di tutti ne hanno vissuto gli orrori.
I loro destini individuali ci mostrano come la vita di questi tedeschi e di questi francesi sia cambiata con la guerra: sperano a lungo e invano nella fine del conflitto, devono affrontare la paura di morire, la violenza brutale sui campi di battaglia, le privazioni, la vergogna e la paura della sconfitta.

Tagebuch 14/18 — Vier Geschichten aus Deutschland und Frankreich mostra senza mezzi termini quanto Walter, René, Nessi e Lucien siano anche stati attori consapevoli di questo conflitto. Ne soffrono ma partecipano anche attivamente alla guerra, ognuno a modo suo. In quanto protagonisti sono anche testimoni della guerra. Sono coscienti del fatto di vivere un accadimento epocale che scuoterà e cambierá inesorabilmente le loro vite. E decidono di riportare i loro pensieri e la loro esperienza sulla carta. L’adattamento in forma di fumetto dei loro diari, operato con grande sensibilità e rispetto per le fonti storiche da parte di Alexander Hogh (testi) e Jörg Mailliet (illustrazioni), ci mostra un’umanità ferita, traumatizzata e profondamente cambiata ma che dall’altra parte però ha una gran voglia di vivere. Questo è senza dubbio uno dei punti di forza di quest’opera che mette il lettore sul piano dei protagonisti, lasciando che restino vivi. In questo modo Tagebuch 14/18 — Vier Geschichten aus Deutschland und Frankreich non ci aiuta a capire solo cosa sia stata la guerra ma ci aiuta anche a comprendere il periodo post-bellico fino ai giorni nostri.

Autore

Alexander Hogh, nato nel 1969, ha studiato Filosofia, Storia e Retorica a Tübingen e a Colonia; è giornalista.
» Alexander Hogh

Illustratore

Jörg Mailliet è nato nel 1970 a Toulon e ha trascorso l'infanzia e la giovinezza a Berlino-Ovest; più tardi ha studiato Arti Grafiche alla scuola Emile Cohl di Lione. Dal 1995 lavora come disegnatore e illustratore freelance per la pubblicità e la stampa e ha illustrato numerosi libri per l'infanzia.
» Jörg Mailliet

Alexander, Hogh

TintenTrinker Verlag

Köln, 2014
120 p.
ISBN: 97833981632316
Editore: TintenTrinker Contatto: Silke Hallmann