Accesso rapido:

Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Intervista con Alice Socal
Parliamo di reddito universale!

Alice Socal Interview
© Alice Socal

L’illustratrice italiana di casa a Berlino propone l’introduzione di un reddito di base accessibile a tutti.

Di Maria Carmen Morese & Johanna Wand


Che spazio ha il suo lavoro nell'isolamento?

Avendo un bimbo piccolo la mia via in quarantena non è molto diversa da quella dei mesi precedenti. Il tempo che posso dedicare al mio lavoro è molto raro e prezioso. Mi permette di confrontarmi con me stessa, fare ordine tra i miei pensieri e di riflettere. Spesso è anche una valvola di sfogo.

Come tutti i momenti complicati, è anche fervido di possibilità, cosa ci insegna la crisi?

A rivalutare le libertà che diamo per scontate. 

Le circostanze attuali ci sconvolgono e ci preoccupano, ma ci incoraggiano a pensare in maniera visionaria. Cosa sogna/immagina per il dopo?

Spero in una società più equa dove la sanità e un reddito base siano accessibili e garantiti a tutti. Mai come ora si parla tanto di reddito universale. Spero inoltre che si abbia più consapevolezza e rispetto verso il nostro pianeta. Forse in questa occasione abbiamo capito che non ci serve prendere un aereo che scarica tot tonnellate di CO2 per farci raggiungere qualche isola e trovare la pace, forse la pace la troviamo anche nel parchetto dietro a casa.
 

Note biografiche

Alice Socal è nata a Venezia nel 1986. Ha studiato illustrazione e fumetto, prima a Bologna e poi all'Università di Scienze Applicate di Amburgo con Anke Feuchtenberger e Stefano Ricci.
La sua prima graphic novel „Luke” è stata pubblicata nel 2011 dalla G.I.U.D.A. Edizioni. Seguivano „Sandro” (Eris Edizioni 2015; Rotopol 2016), „Cry me a river” (Rotopolpress / Coconino Fandango 2017), vincitore del Premio Rudolph-Dirks-Award, „Il fratello di Jürgen” (Canicola 2018) e infine „Junior” (kuš!, 2019).
Alice Socal disegna per numerose riviste e partecipa regolarmente a progetti internazionali, tra cui Redrawing Stories from the Past, in collaborazione con l’Agenzia federale per l’educazione civica e il Goethe-Institut. Recentemente ha pubblicato un fumetto sul portale degli alumni del DAAD in occasione del 250° compleanno di Alexander von Humboldt.
Il suo lavoro è stato presentato in numerose mostre, tra cui a Treviso, Bologna, Linz e Amburgo.
Dal 2018 Alice Socal vive e lavora a Berlino.

Top