Accesso rapido:

Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Febbre da serie
Il profumo

Gli investigatori Brettschneider (Marc Hosemann, a sinistra) e Köhler (Juergen Maurer, secondo da destra) e il procuratore Grünberg (Wotan Wilke Möhring, terzo da destra) esaminano la scena del crimine e la vittima con la profiler Nadja Simon (Friederike Becht, seconda da sinistra).
© ZDF/Jakub Bejnarowicz

Esiste il profumo supremo? Un aroma talmente irresistibile da rendere le persone impotenti? Ispirato al bestseller internazionale di Patrick Süskind “Il Profumo. Storia di un assassino”, la serie thriller in sei puntate “Profumo” segue le tracce di un perfido assassino e indaga la capacità degli esseri umani di amare veramente. O siamo inevitabilmente manipolati dal nostro stesso naso?

Anche questo thriller, ovviamente, inizia con un cadavere, un cadavere che è stato mutilato in modo particolarmente sgradevole. La bella Katherina, detta K, giace assassinata in piscina, rasata a zero, i peli del pube e delle ascelle le sono stati strappati dal corpo con tagli esperti. Perché questa carismatica cantante che conquistava tutti e di cui il suo amante occasionale Roman (Ken Duken) affermava di essere dipendente, doveva proprio morire? Ben presto, la profiler Nadja Simon (Friederike Becht), il detective capo Matthias Köhler (Jürgen Maurer) e il procuratore Grünberg (Wotan Wilke Möhring) sono sulle tracce di ben più di questo omicidio. La chiave per risolvere il crimine si trova nel passato di una cricca di adolescenti che ha fatto un passo di troppo nei suoi esperimenti segreti e nella ricerca del profumo perfetto?

  • Elena Seliger (Natalia Belitski) vede il ragazzo dei vicini in piedi nel giardino. Il preannuncio dell’orrore che seguirà. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    Elena Seliger (Natalia Belitski) vede il ragazzo dei vicini in piedi nel giardino. Il preannuncio dell’orrore che seguirà.
  • Gli investigatori Brettschneider (Marc Hosemann, a sinistra) e Köhler (Juergen Maurer, secondo da destra) e il procuratore Grünberg (Wotan Wilke Möhring, terzo da destra) esaminano la scena del crimine e la vittima con la profiler Nadja Simon (Friederike Becht, seconda da sinistra). © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    Gli investigatori Brettschneider (Marc Hosemann, a sinistra) e Köhler (Juergen Maurer, secondo da destra) e il procuratore Grünberg (Wotan Wilke Möhring, terzo da destra) esaminano la scena del crimine e la vittima con la profiler Nadja Simon (Friederike Becht, seconda da sinistra).
  • L’inizio di un fascino: Elena (Valerie Stoll) legge a Moritz (Leon Blaschke) “Il profumo di un assassino” di Patrick Süskind. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    L’inizio di un fascino: Elena (Valerie Stoll) legge a Moritz (Leon Blaschke) “Il profumo di un assassino” di Patrick Süskind.
  • Le voci che vengono diffuse su Thomas Butsche (Trystan Pütter) lo portano a compiere atti estremi. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    Le voci che vengono diffuse su Thomas Butsche (Trystan Pütter) lo portano a compiere atti estremi.
  • La profiler Nadja Simon (Friederike Becht) scatta foto della scena del crimine, comprese alcune di natura privata. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    La profiler Nadja Simon (Friederike Becht) scatta foto della scena del crimine, comprese alcune di natura privata.
  • a professione di profumiere sembra essere più di un lavoro per Moritz de Vries (August Diehl), .è una passione © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    a professione di profumiere sembra essere più di un lavoro per Moritz de Vries (August Diehl), è una passione.
  • Daniel “lo sdentato” Sluiter (Christian Friedel) ed Elena Seliger (Natalia Belitski) ballano insieme da vicino, anche se non è passato molto del funerale di K. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    Daniel “lo sdentato” Sluiter (Christian Friedel) ed Elena Seliger (Natalia Belitski) ballano insieme da vicino, anche se non è passato molto del funerale di K.
  • L’ispettore capo Matthias Köhler (Jürgen Maurer) conduce un interrogatorio, sperando di ottenere qualche indizio sul colpevole. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    L’ispettore capo Matthias Köhler (Jürgen Maurer) conduce un interrogatorio, sperando di ottenere qualche indizio sul colpevole.
  • Elena Seliger (Natalia Belitski) diventa il bersaglio dell’indagine e deve subire un altro interrogatorio. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    Elena Seliger (Natalia Belitski) diventa il bersaglio dell’indagine e deve subire un altro interrogatorio.
  • Il profumiere per Moritz de Vries (August Diehl) è più che una professione. © ZDF/Jakub Bejnarowicz
    Il profumiere per Moritz de Vries (August Diehl) è più che una professione.
La miniserie in sei puntate Profumo - diretta dal vincitore dell’Emmy Philipp Kadelbach (Unsere Mütter, unsere Väter, trad. lett. Le nostre madri, i nostri padri), sceneggiatura di Eva Kranenburg (Die denkwürdigen Erlebnisse meines Vaters, trad. lett. Le memorabili esperienze di mio padre), prodotta da Oliver Berben, Constantin Film - racconta la sua cifrata caccia all’omicidio in modo enigmatico, oscuro e cruento e con molta pelle nuda. Il che non sorprende, dato che la sceneggiatura è basata su alcuni elementi del premiato romanzo di successo Il Profumo. Storia di un assassino (1985) di Patrick Süskind, sceneggiatore di pietre miliari della televisione tedesca come Monaco Franze - Der ewige Stenz e Kir Royal. Ambientato nella Parigi del XVIII secolo, il romanzo descrive la vita di Jean-Baptiste Grenouille, un outsider senza un profumo proprio ma con un olfatto fenomenale. Spinto dalla sua visione di distillare l’afrodisiaco supremo dai profumi delle giovani donne, il genio olfattivo diventa una bestia.
 
Tradotto in 50 lingue e con oltre 20 milioni di copie vendute in tutto il mondo, Il Profumo è uno dei libri in lingua tedesca di maggior successo del XX secolo. Nel 2006, il regista Tom Tykwer (Lola corre) ha fatto una sontuosa versione cinematografica del bestseller con l’allora ancora sconosciuto inglese Ben Whishaw (Q di James Bond 007: Skyfall).
 
Anche la serie si basa su immagini opulente e sulla questione se le persone possano essere manipolate dai profumi. La serie in sei puntate svela, attraverso dei flashback, il dramma di cinque ex studenti del collegio (Ken Duken, Trystan Pütter, August Diehl, Christian Friedel, Natalia Belitski) che da vent’anni si portano dietro un macabro segreto. Il motivo: il bestseller di Süskind. All’epoca, gli amici l’avevano letto restandone fin troppo affascinati e nella loro sete di ricerca avevano perso ogni scrupolo. L’assassinio della bella Katharina riunisce la cricca, risvegliando ricordi di esperimenti sessuali, ossessioni e gelosie, e per questo l’incontro davanti alla bara aperta si svolge in un’atmosfera algida. Nel frattempo, la profiler Simon vaga attraverso il nulla nella regione del Basso Reno in cerca di risposte e di una via d’uscita dalla sua stessa vita amorosa priva di gioia, attraverso paesaggi dimenticati che mancano di qualsiasi bellezza e circondati da vari personaggi antipatici, che hanno tutti qualche rotella fuori posto.
 
Il risultato è un viaggio horror esteticamente conturbante reso a tinte che vanno dal verde fangoso al giallo sulfureo, che sa come catturare i fan del thriller. E questo nonostante la storia si trasformi in una sudata fantasia adolescenziale maschile (FSK 16) con una dubbia immagine delle donne, in cui il cast, sempre superbo, deve procedere a tentoni attraverso dialoghi inappropriati.
 
L’elegante mix di noir e dark thriller erotico è andato molto bene tra i fan della serie in Germania e fuori dai confini tedeschi, ma i commenti della stampa sono stati meno entusiasti: “è caduto a faccia avanti” è stato il commento caustico della FAZ, mentre Die Zeit ha asserito “nessuna nota di cuore”. Il risultato secondo lo Spiegel Online aveva un odore talmente nauseabondo, che il sito di notizie ha titolato “Disastro completo dal Basso Reno”. I creatori oseranno ancora farne una seconda stagione? Ufficialmente, è una questione ancora aperta, ma il cliffhanger nel finale di stagione lascia ben sperare.


Crediti:
Regia: Philipp Kadelbach
Interpreti: Friederike Becht, Wotan Wilke Möhring, Jürgen Maurer, Ken Duken, Trystan Pütter, August Diehl, Christian Friedel, Natalia Belitski
Stagione 1: Sei puntate di circa 55 min.
D 2018, FSK 16 Y

Top