Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Rahel va... in Internet
Fai una domanda e vinci!

Ciao a tutti! Rahel è di nuovo in giro, ma a causa delle restrizioni imposte dal Covid-19, invece di spostarsi in una città, si muove in rete, incontrando i responsabili di Frag Den Staat, un’organizzazione impegnata in favore della trasparenza, e di Seebrücke, che manifesta online per la sicurezza dei profughi. Falle una domanda: potresti vincere un premio!


Rahel è di nuovo in missione, e visto che le attuali circostanze non le permettono di visitare una città, si muove in internet, incontrando virtualmente i responsabili di Frag Den Staat, un’organizzazione che si impegna in favore della trasparenza dell’informazione da parte della politica e delle amministrazioni. La seconda tappa la porta da Seebrücke, iniziativa che si batte per il salvataggio in mare e percorsi in sicurezza per chi fugge da altre realtà e, con l’hashtag #LeaveNoOneBehind, invita all’azione in forma digitale, ad esempio indicendo manifestazioni online. 
 
Rispetto agli episodi precedenti, non cambia l’interazione con il pubblico, perciò tocca di nuovo a te: fai una domanda a Rahel! Cosa ti piacerebbe sapere riguardo a Frag Den Staat? O sulla trasparenza dell’informazione politica? Che vorresti chiedere al team di Seebrücke, con le sue manifestazioni virtuali? 

Scrivi un commento qua sotto: con un pizzico di fortuna potresti vincere un pacchetto a sorpresa!

Inserendo un commento, confermi di aver letto e di accettare le condizioni di partecipazione, nelle quali troverai anche i dettagli in merito all’estrazione dei vincitori.
 

“In giro con Rahel”

Aria fine, acqua fresca e pulita, un parco non lontano, vicini simpatici, persone presenti e attente alle esigenze degli altri: ecco i desideri dei tedeschi per le loro città, ma qual è il loro contributo in questo senso? Per scoprirlo, la giornalista Rahel Klein gira in lungo e in largo per la Germania, ma dato che l’attuale situazione emergenziale non lo consente, gli spostamenti avvengono ora in internet, dove sono comunque tante le persone impegnate in favore di una democrazia digitale.

Top