Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Karlheinz Stockhausen
Il pioniere della musica elettronica in un graphic novel

Karlheinz Stockhausen nel graphic novel di Thomas von Steinaecker
Illustrazione di David von Bassewitz

Di Sarah Wollberg

Nel 1932, un bambino di quattro anni guarda sua madre mentre viene internata in un ospedale psichiatrico. Quasi dieci anni dopo, i Nazisti, in attuazione del loro programma di eutanasia “Aktion T4”, la sopprimono con il gas perché malata mentale. Il padre del bambino è membro convinto del Partito Nazista e manda suo figlio in un istituto magistrale nazionalsocialista. Poco prima della fine della guerra, il sedicenne si trova a dover curare in un ospedale da campo le vittime delle bombe al fosforo. Diserta. Suo padre cade al fronte nel 1945. La Guerra è finita. Karlheinz Stockhausen è orfano. D’ora in poi rivolgerà il suo sguardo solo in avanti e soprattutto verso una sola cosa: la musica. Il graphic novel “Der Mann, der vom Sirius kam“ (trad. lett. L’Uomo che veniva da Sirio) narra la storia del più illustre compositore tedesco della seconda metà del XX secolo. Abbiamo incontrato lo scrittore Thomas von Steinaecker a Villa Massimo a Roma.

L’ingresso in un nuovo mondo

Nel 1989, nella Germania ancora divisa, Thomas von Steinaecker ha dodici anni. A casa, in un villaggio bavarese nei pressi del confine cecoslovacco, entra in contatto per la prima volta con la musica di Karlheinz Stockhausen. Suo padre porta un disco della “Gesang der Jünglinge”. Un’esperienza di ascolto che lo ha colpito al punto che lo scrittore ancora oggi non l’ha dimenticata. L’ingresso in un nuovo mondo, diverso da tutto ciò che finora aveva conosciuto. Nell’inverno dello stesso anno, poco dopo la caduta del Muro, l’adolescente a un concerto a Vienna parla di persona con il compositore: è l’inizio di un’amicizia che durerà tutta la vita. “Il presupposto per il nostro incontro è stato il fatto che la sua musica mi affascina dal punto di vista intellettuale, ma soprattutto mi commuove. Ci sono molti pezzi che mi toccano profondamente.” Questo è il primo lavoro autobiografico di Thomas von Steinaecker. “Sapevo già da tempo di voler raccontare la storia di Stockhausen, ma non in modo obiettivo, mi sento troppo vicino a lui e non riesco a prenderne le distanze.”

Le possibilità del graphic novel

Il racconto di Thomas von Steinaecker su Karlheinz Stockhausen non sarà un film, un romanzo o un saggio. La scelta è caduta sul graphic novel. Un romanzo sarebbe stato troppo artificioso, un saggio troppo diretto. Solo il graphic novel può riuscire a trovare il giusto equilibrio tra la sua storia personale e quella di Stockhausen, offrendo al tempo stesso la possibilità di elaborare pensieri complessi. Può persino rappresentare una vita così vasta e che ha attraversato così tante epoche diverse come quella che ha vissuto Stockhausen. “Con un paio di strisce si disegna uno scenario con edifici fantastici. Non c’è bisogno di requisiti particolari, tutt’al più qualche foto storica, a partire dalle quali graficamente si può creare moltissimo.” Thomas von Stockhausen scrive la sceneggiatura della storia, sulla base della quale David von Bassewitz realizza i disegni. Secondo Thomas von Steinaecker, von Bassewitz uno dei pochi illustratori in grado di comprendere attraverso l’ascolto le tecniche musicali molto particolari di Stockhausen e di riuscire a renderle nelle sue illustrazioni con uno stile realistico.
 
  • Musicisti famosi da tutto il mondo su Stockhausen | Illustrazione di David von Bassewitz  Illustrazione di David von Bassewitz
    Musicisti famosi da tutto il mondo su Stockhausen | Illustrazione di David von Bassewitz
  • Ennio Morricone sulla sua passione per Stockhausen | Illustrazione di David von Bassewitz Illustrazione di David von Bassewitz
    Ennio Morricone sulla sua passione per Stockhausen | Illustrazione di David von Bassewitz
  • Miles Davis su Stockhausen | Illustrazione di David von Bassewitz Illustrazione di David von Bassewitz
    Miles Davis su Stockhausen | Illustrazione di David von Bassewitz

 La rappresentazione visiva di un suono  

Ma come si può rappresentare visivamente una musica così particolare come quella di Stockhausen? Come si disegna questo suono che da un lato sconvolge le persone e dall’altro le affascina? “La sfida artistica più grande consiste nell’averne un’idea visiva, che accompagni il lettore come leitmotiv attraverso tutta la storia. Abbiamo scelto delle linee ondulatorie, che conferiscono un aspetto molto astratto e che, al tempo stesso, possono assumere le forme più disparate: dagli oggetti fino alle idee.” E così il graphic novel si trasforma proprio nel mezzo con il quale è possibile ottenere quasi tutto.
 

La musica del futuro

Per Stockhausen era molto difficile parlare della sua infanzia. È riuscito, però, a rielaborarla nell’opera “Donnerstag aus Licht”, rappresentata per la prima volta a Milano nel 1981. Al centro dell’opera c’è Stockhausen stesso nei panni di Michael. Michael ha un padre rigido e una madre premurosa che gli insegna a suonare il piano. A causa delle sue crisi di follia, a differenza di ciò che è accaduto nella realtà, ella viene soppressa con una iniezione letale. Nel corso dell’opera Michael diventa una sorta di Messia. L’ultimo atto si svolge in cielo, dove tutto quello che è successo sulla Terra si trasforma in un grande gioco cosmico. Per tutta la sua vita Karlheinz Stockhausen ha creato utopie musicali. I suoi suoni sono molto in anticipo sui tempi e hanno influenzato musicisti famosi in tutto il mondo. La sua musica è rivolta al futuro, perché il passato deve lasciarselo dietro le spalle. La sua unicità come compositore visionario e l’umanità dimostrata nell’incontro con Thomas von Steinaecker trovano ora, insieme ai disegni di David von Bassewitz, un posto sulla carta. Un graphic novel come sfaccettata porta di accesso alla storia tedesca e al genio musicale di Stockhausen.
 
Il lettore, tuttavia, deve pazientare ancora un po’. Scrittore e illustratore stanno combattendo contro entrambe le sfide che sono forse le più grandi della nostra epoca: il tempo e il denaro. “Der Mann, der vom Sirius kam” uscirà per la casa editrice Carlsen, se tutto va bene, nel 2021.
 

Top