Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Intervista con Klaus-Dieter Lehmann
Gli anziani devono imparare dai giovani

Klaus-Dieter Lehmann, Presidente del Goethe-Institut
Klaus-Dieter Lehmann, Presidente del Goethe-Institut | Foto: Louisa M. Summer

Klaus-Dieter Lehmann, Presidente del Goethe-Institut, tira le somme delle elezioni europee e affronta le questioni che oggi riguardano più da vicino il Goethe-Institut: i cambiamenti climatici e la sostenibilità, il ritorno dei nazionalismi, l’immigrazione di risorse umane qualificate e la rielaborazione del passato coloniale dell’Europa.

“Meno convenzioni, più contenuti”. È fondamentale che il Goethe-Institut continui a reinventarsi e non perda attrattività agli occhi dei giovani, afferma il suo presidente Klaus-Dieter Lehmann, che sottolinea la vocazione dell’Istituto di Cultura tedesco nel promuovere in tutto il mondo quei temi di rilevanza sociale che hanno svolto un ruolo importante anche nella recente tornata elettorale europea. A suo avviso, le reti di persone che non sfociano in progetti, ma incentivano strutture politico-culturali a lungo termine, saranno parte integrante anche in futuro dell’attività dell’istituzione che presiede.
 

Top