Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Nonna Trude
Oro verde dal ciglio della strada. O dal giardino di casa propria

Oro verde dal ciglio della strada. O dal giardino di casa propria
Oro verde dal ciglio della strada. O dal giardino di casa propria | © Illustrazione (dettaglio): Celine Buldun

Le erbe, selvatiche o del davanzale di casa propria, hanno un grande potenziale! Nonna Trude presenta alcune delle sue piante preferite delle quali si fida ciecamente. Le erbacce? Non esistono.

Di Nonna Trude

Miei cari,

Il periodo dell'anno che preferisco, l'estate, è ufficialmente arrivato – finora, però, ha portato molta pioggia al posto del sole. Per lo meno però il mio giardino, i fiori, i cespugli, gli alberi e naturalmente le erbe aromatiche si godono tutta questa umidità che arriva dall'alto. Ed è proprio di questo che oggi voglio parlarvi: delle erbe aromatiche e delle erbe selvatiche. Meno, però, del loro gusto nelle nostre pentole e molto più delle loro incredibili proprietà curative.
 
Per coltivare le erbe aromatiche da usare in cucina non c'è necessariamente bisogno di un giardino, molti si sentono a proprio agio sul davanzale della propria finestra - preferibilmente in un punto dove sotto non ci sia un termosifone e rivolto a ovest o a sud verso il sole. Particolarmente adatti sono basilico, aneto, crescione, origano, prezzemolo, menta piperita, erba cipollina e timo.

Le erbe contro le malattie

Il timo è una delle mie erbe preferite, potrei annusarlo all'infinito, talmente buono è il suo profumo! La pianta ha molteplici proprietà, è spezia e pianta medicinale al tempo stesso. Questa pianta con i suoi graziosi fiori ha proprietà antibiotiche e antinfiammatorie, e aiuta soprattutto in caso di problemi respiratori.

Per un tè, verso un cucchiaino di erba di timo con un quarto di litro di acqua bollente e lo lascio in infusione per cinque minuti. Dolcificato con il miele è un piacere di altissimo livello! Ma attenzione: prima di utilizzare le erbe, informatevi sempre sui loro possibili effetti collaterali!

Vai con le erbe selvatiche

Oltre alle note erbe aromatiche, che ad esempio si possono acquistare al supermercato confezionate come “Erbe di Provenza”, miscela di rosmarino, origano, timo, alloro, basilico e santoreggia, trovo soprattutto interessanti le erbe selvatiche. Crescono, come suggerisce il nome, in natura e spesso hanno da offrire più sostanze nutritive, vitamine e minerali di molti ortaggi. Se non siete sicuri e non vi fidate a consumare le erbe che avete trovato, ho qui un buon consiglio: in tutta la Germania, da Scharbeutz fino all'Algovia, vengono offerte passeggiate sulle erbe selvatiche. Ho anche trovato un motore di ricerca su Internet che può aiutarvi a scoprire quali escursioni sulle erbe selvatiche si svolgono nei vostri dintorni.

Le erbe e le piante medicinali hanno così tanto potenziale che mi piace sempre molto occuparmi di loro. Così metto da parte il mio libretto di Sudoku e leggo per ore di ortiche, pratoline, tarassaco, centocchio o girardina silvestre. Già nel Medioevo le erbe medicinali venivano coltivate negli orti dei monasteri e le farmacie avevano gli orti dei farmacisti, che ancora oggi vendono una varietà di miscele di tè, utilizzabili talvolta come alternativa alle medicine - per esempio, per curare un fastidioso raffreddore.

Contro le punture di zanzara

Ma le erbe non ci fanno bene solo internamente. L'estate scorsa, per esempio, mettevo sempre la pratolina schiacciata sulle punture di zanzara dei miei pronipotini Ava e David. Il succo del fiore, del gambo e delle foglie è un rimedio eccezionale contro il gonfiore e, cosa ancora più importante per i bambini piccoli, contro il prurito. E se ne ho raccolte troppe, le metto sopra l'insalata: la rendono davvero bella e le conferiscono un buon sapore. Le pratoline si possono trovare davvero ovunque, altrimenti per le punture di zanzara si possono usare anche le foglie di basilico.

La mia regina delle piante medicinali

Per concludere in bellezza, vorrei raccomandarvi l'ortica. Si, avete letto bene, l'ortica è molto meglio di quanto la sua reputazione di erbaccia ci faccia credere. Questa pianta medicinale ha persino avuto un posto d'onore nel mio giardino, anche se la mia amica Inge dice sempre che lo fa sembrare trascurato. Sciocchezze, rispondo semplicemente! Se sai fare tutto quello che sa fare l'ortica, allora puoi anche crescere in mezzo ai fiori colorati del mio giardino. La pianta non ci fornisce solo ferro, potassio e magnesio, ma anche vitamine A, C, E, K e B. Le foglie si posso impiegare in modo versatile, ma i semi essiccati della tarda estate sono davvero il massimo come fonte di energia e proteine. Quindi se vi sentite spesso deboli in inverno: raccogliete presto i semi di ortica, preferibilmente sempre in luoghi riparati e lontani da strade e percorsi per cani.

Non voglio certo fare a meno di un tè che purifica il sangue fatto con punte di ortica. Basta scottare una manciata di punte di ortica con un litro di acqua bollente e lasciarla in infusione per un minuto. Per me non è solo una bevanda della primavera: purifica e stimola il mio metabolismo.

Potrei illustrarvi ancora nei dettagli le proprietà dell'ortica come fertilizzante o come lozione per la crescita dei capelli. Oppure consigliarvi di fare una ricerca su Internet su questi argomenti e  augurarvi semplicemente una buona giornata.

Miei cari, rimanete in salute e di buon umore!
La vostra Trude

Top