Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Nonna Trude
Senza zucchero... che sollucchero!

Senza zucchero... che sollucchero!
Senza zucchero... che sollucchero! | © Illustrazione: Celine Buldun

Una vita con meno zucchero è più sana! Anche Nonna Trude lo sa e si è messa subito in moto per provare qualcosa di nuovo. Qualcosa in cui le mele del suo giardino giocano un ruolo di primo piano.

Di Nonna Trude

Miei cari,
 
è arrivato l'autunno e fortunatamente ha portato con sé anche qualche giorno di sole: il presupposto migliore per cogliere la grande quantità di mele dai miei alberi. Inge ed io ne abbiamo potute raccogliere insieme ben 40 chili nel mio giardino! Dopodiché ci siamo subito messe a lavoro per rielaborarle, ed è stato molto più divertente farlo nel nostro piccolo gruppo di amiche rispetto a quando lo faccio da sola.

La nostra ultima scoperta: la trasformazione delle mele in sciroppo di mele. Per motivi di salute, siamo entrambe alla ricerca di alternative al tradizionale zucchero domestico, e il motore di ricerca ci ha bombardato di termini rilevanti. Quante cose ci sono ora! Conoscete lo zucchero di fiori di cocco? Avete mai sentito parlare dell'eritritolo? O dello zucchero di betulla? Alla fine abbiamo deciso di utilizzare lo sciroppo di mele fatto in casa, una sana alternativa allo zucchero e un valido uso per le mie numerose mele.

Dolce sì, zucchero no

È ormai noto a tutti che si dovrebbe consumare meno zucchero possibile. Carie, diabete, malattie cardiache, problemi intestinali, un fegato grasso, presumibilmente anche depressione: tutto questo può essere il risultato di un consumo eccessivo di zucchero, ma preferisco risparmiarvi i tristi dettagli. E mi viene subito in mente il mio amato Stollen di Natale. Ricorderete forse che inizio a cucinarlo già alla fine di ottobre. Quest'anno lo proverò semplicemente con lo sciroppo di mele al posto dello zucchero, e sicuramente andrà bene.
 
Quindi non posso fare completamente a meno del dolce, ma posso fare a meno dello zucchero. Perché usare lo sciroppo di mele, o lo sciroppo di pere dal sapore ancora più neutro, è facile e molto gustoso! E inoltre potrete avere dei bei regali personali se con il risultato riempite delle graziose bottiglie.
 
All'inizio io e Inge abbiamo spremuto il succo da sole, senza alcuno spremiagrumi o torchio per la frutta. Funziona, anche se è stato un po' impegnativo. Ma potete anche acquistare del succo di mele al naturale.

Succo di melE fatto in casa

Ed ecco la ricetta super semplice: si versa il succo di mele in una pentola: di regola due litri rendono circa 250 ml. Abbiamo lavorato con una pentola molto grande e dieci litri di succo, perché ne avevamo così tanto e volevamo accendere i fornelli così a lungo una sola volta. Infatti il succo deve comunque cuocere a fuoco medio per tre o quattro ore, fino a quando non ne viene fuori un succo scuro. Dovete lsciarlo sobbollire.
 
Questo infuso viene messo in bottiglie di vetro sterilizzate con tappi a vite, per poi essere conservato in frigorifero, dopo essersi raffreddato. Lì il succo dovrebbe conservarsi perfettamente per circa sei mesi, o almeno così speriamo, abbiamo appena finito. Comunque, il sapore è fantastico, siamo entrambe molto entusiaste!

“Pappa di datteri” à la Laura

Mia nipote Laura di Berlino mi ha parlato della sua alternativa allo zucchero: una pasta di datteri che lei chiama amorevolmente “pappa di datteri”. Neanche a me sembra male, perché cento grammi di datteri hanno circa cento calorie in meno rispetto alla stessa quantità di zucchero. I datteri ci forniscono molte fibre e fanno salire il livello di zuccheri nel sangue più lentamente. Contengono inoltre minerali, antiossidanti e vitamine del gruppo B.
 
La pasta di datteri di Laura purtroppo dura solo un paio di giorni in frigorifero, ma non occorre tanto tempo per farla come invece accade per lo sciroppo di mele.
 
E si fa così:
  • Coprite con acqua i datteri denocciolati e lasciateli immersi per tutta la notte.
  • Raccogliete l'acqua.
  • Passate i datteri e aggiungete gradualmente di nuovo la loro acqua fino a quando non ne risulta una pasta cremosa, o per l’appunto una pappa.
Questo è tutto!
 
Lo proverò e forse aggiungerò anche un po' di cannella. Questa spezia conferisce un’ulteriore sensazione di dolcezza, proprio come il cardamomo in pasticceria.
 
A proposito, quando preparate un dolce, potete sempre usare le banane al posto dello zucchero. Con i miei pronipoti lo faccio ogni tanto quando li vizio con i loro tanto amati krapfen. Non hanno ancora scoperto il trucco, perché c'è sempre della salsa di mele dentro. Trovano solo che i miei krapfen abbiano un sapore diverso da quelli della loro mamma.
 
E quando preparate delle salse e delle zuppe di pomodoro, per esempio, potete aggiungere un po' di dolcezza alle pietanze mettendo delle mele o meglio ancora con delle carote.
 
Provatelo voi stessi, penso che valga la pena provare, e senz’altro è più sano!
 
Buona fortuna e una felice stagione autunnale a ridotto contenuto di zucchero!
La vostra Trude

Top