Accesso rapido:

Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Nonna Trude
Libri che viaggiano. I consigli di Trude per appassionati di lettura

Libri che viaggiano. I consigli di Trude per appassionati di lettura
Trude fruga nella libreria | © Illustrazione: Celine Buldun

Clima invernale e restrizioni da coronavirus? Nessun problema per nonna Trude! Lei ha i suoi libri, dopo tutto. E non è mai a corto di cose da leggere, perché sa dove fare rifornimento. In modo economico e sostenibile.

Di Nonna Trude

Miei cari,
 
Vi auguro un felice anno nuovo, un po' in ritardo! Com'è stato il vostro Capodanno? Il mio con la mia amica Inge è andato esattamente come lo avevo immaginato: comodo e tranquillo.
 
I tempi sono ancora difficili e a volte devo fare un grande sforzo per rimanere allegra e mantenere il mio equilibrio. Da un lato, però, c'è la speranza che presto le vaccinazioni contro il coronavirus inizieranno a mostrare i loro effetti, e dall’altro, c'è la letteratura.

Librerie pubbliche

Perché quello che mi sta aiutando in questo momento è: leggere. I libri sono una delle cose più belle del mondo! Sono davvero felice di avere una libreria pubblica vicino a me: non avrei mai potuto comprare tanti libri quanti ne ho “consumati” ultimamente. Probabilmente conoscete come funzionano queste librerie: si possono prendere gratuitamente i libri che altri hanno messo lì nelle cabine telefoniche scartate o negli armadietti pubblici resistenti alle intemperie. Naturalmente, si possono anche mettere i propri libri a disposizione degli altri. È meraviglioso! Come risultato, ho letto uno o due grandi libri nei quali altrimenti non mi sarei mai imbattuta. Ciononostante resto fedele alla mia libreria preferita, dove compro l'ultimo romanzo giallo ogni volta che ne ho voglia. A volte ci vuole proprio un giallo!

Naturalmente, so che gli autori sono felici per ogni copia venduta delle loro opere. Quando, però, i libri entrano in un circuito di lettori più ampio, guadagnano molto più pubblico e forse anche fan che compreranno effettivamente un altro libro di quell'autore. È anche più utile dal punto di vista ecologico. Dopo tutto, noi in Germania usiamo tanta carta quanta ne usano gli abitanti dell'Africa e del Sud America messi insieme! Chiunque abbia visto le foto della Fiera del Libro di Francoforte o ci sia già stato, può immaginare approssimativamente quale enorme quantità di legno viene divorata nella produzione di libri. 

Comprare libri in modo sostenibile

Se, tuttavia, non potete comprare un libro nella vostra libreria di fiducia e per questo motivo volete ordinarlo online, c'è un'interessante alternativa alla nota società americana di vendita per corrispondenza. Si tratta di una società chiamata ecolibri: si dice che questa società tedesca di vendita sostenibile per corrispondenza di libri, audiolibri ed e-book pianti e mantenga più alberi di quelli che si perdono nella produzione dei libri comprati presso di loro. Se è così, è una grande cosa! E, naturalmente, ci sono molti venditori di libri usati online. Ci ho trovato grandi occasioni quando cercavo qualcosa da leggere per i miei nipoti o pronipoti, compresi alcuni libri che altrimenti non sono più disponibili.

Scambiare con gli amici e ai mercatini

Inge e io a volte ci passiamo i libri a vicenda, ma siccome lei divora un romanzo d'amore dopo l'altro, non abbiamo molti libri preferiti in comune. Inge riceve la maggior parte dei suoi avvincenti libroni da un sito di scambio online per appassionati di romanzi d’amore. Pare che non ci sia nulla che non esista.

Leggere online

Se non volete o non potete comprare libri, c'è anche la possibilità di leggere gratuitamente online. Nella biblioteca di Zeno.org, per esempio, le opere più importanti della letteratura mondiale dall'antichità al XX secolo sono disponibili online e versione integrale. Così, se vi viene spontaneamente voglia di leggere il buon vecchio Johann Wolfgang von Goethe, potete studiare con cura sullo schermo del vostro computer o del vostro tablet, dalla prima all'ultima pagina di oltre quaranta delle sue opere. Chiunque preferisca leggere Friedrich Schiller, Franz Kafka o Charles Darwin vi troverà qualcosa, così come il lettore interessato a Charlotte Brontë, Annette von Droste-Hülshoff o William Shakespeare. Sono molto colpita da cose del genere, lo devo ammettere! Quale tesoro è a disposizione di tutti noi “semplicemente così”!

BookCrossing

Avete mai sentito parlare della divertente idea di lasciare intenzionalmente dei libri da qualche parte? Per “liberarli”? Sembra semplice all'inizio, e lo si può fare da soli e senza una “comunità”: basta lasciare un libro a disposizione degli altri lettori in un’area d'attesa, con o senza una nota davanti. Poi verrà preso, e forse anche qualcun altro ne godrà. Si può anche usare un sito web chiamato BookCrossing.com, come mi ha raccontato mia nipote Laura di Berlino. È molto interessata alla sostenibilità, per la mia gioia in questo è “tutta la nonna”. Su questa piattaforma, 1,9 milioni di amanti dei libri in tutto il mondo si sono uniti per mettere in circolazione i libri. Ci sono diversi modi per farlo. A me piace la variante di mettere un adesivo nella parte anteriore del libro, su cui si scrive un numero preso dal sito web. Ci sono anche i modelli di adesivi. In questo modo chi trova il libro può poi leggere tutti i luoghi in cui quel libro è stato. Secondo il sito, sono 13,4 milioni i libri che viaggiano attraverso 132 paesi. Anche i caffè o i negozi possono partecipare e diventare una zona BookCrossing. Continuo a meravigliarmi: questa piattaforma esiste da 20 anni e ne ho sentito parlare solo ora!
 
Vedete, arrivare ai libri non ha sempre un costo elevato. E ora, se volete scusarmi, il mio giallo mi sta attirando già di nuovo sul divano. Anche a voi auguro di trovare una simile ancora nella quotidianità al tempo del coronavirus!
 
Cari saluti dalla vostra
Trude

Top