Riformare. Il presente.
 

  • Riformare. Il presente. © Goethe-Institut
  • Riformare. Il presente. © Goethe-Institut
  • Riformare. Il presente. © Goethe-Institut
  • Riformare. Il presente. © Goethe-Institut

Per il 2017, anno in cui ricorre il cinquecentenario della Riforma luterana, abbiamo realizzato uno speciale dedicato a influencer e innovatori che illustrano le loro esperienze e idee di cambiamento. Quali sono i potenziali e le necessità per “riforme” attuali e lungimiranti?

Nuove tesi © Goethe-Institut

Nuove tesi

Il 31 ottobre 1517 e con un gesto di pubblica diffusione Martin Lutero affigge 95 tesi sulla porta della Chiesa del Castello di Wittenberg. Nasce la Riforma Protestante, una nuova, rivoluzionaria idea di Chiesa, ma anche di società, di vita, di presente. Ancora oggi, chi prende parola per modificare lo stato delle cose è un riformatore. Chi espone una nuova tesi, un nuovo pensiero, incarna in qualche modo lo spirito rivoluzionario di Lutero.

Ripensare la Riforma © Goethe-Institut

Ripensare la riforma

Oltre a cambiare la Chiesa, quale effetto ha avuto la Riforma sulle società, in particolare su quelle italiana e spagnola, tuttora di stampo fortemente cattolico? Quali ripercussioni ha avuto su arte, musica, letteratura e filosofia? Studiosi e intellettuali danno il loro punto di vista sull’importanza dell’evento che rivoluzionò la visione del mondo e dell’uomo nel Cinquecento.

Nuove tesi in 180 sec © Goethe-Institut Italien

Video per nuove riforme
Nuove tesi in 180 sec

Per diffondere le proprie tesi Lutero ha sfruttato le capacità della principale invenzione della sua epoca: la stampa. Oggi, chi vuole farsi promotore di nuove idee e proposte di riforma, può affidare la propria voce ad un tweet, un post o un video su YouTube. Seguendo questo principio, da Messina a Bologna, giovani videomaker hanno filmato una proposta di riforma in 180 secondi.

 #ioriformo