Riformare. Il presente.
#180 secondi

Martin Group © Goethe-Institut Italien

Martin Group

Come avrebbe affrontato oggi Lutero la diffusione delle sue tesi in un mondo ormai quasi interamente connesso al web? Sicuramente avrebbe utilizzato i social network e sicuramente avrebbe avuto dei follower ma anche certamente degli hater...

Nell’affrontare questo progetto mi sono chiesto come Lutero avrebbe affrontato oggi la diffusione delle sue tesi in un mondo ormai quasi interamente connesso al web. Sicuramente avrebbe utilizzato i social networks per dare eco al suo pensiero e sicuramente avrebbe avuto dei followers ma anche certamente degli haters, l’altra faccia della medaglia. Ne ho parlato a lungo con Antonia Gasparro, presidente dell’Associazione Culturale Italo-Tedesca di Messina, che mi ha incoraggiato a continuare in questa direzione.

La sceneggiatura, sviluppata da Paolo Pintacuda, si è mossa su questi binari e nei limiti imposti dalla durata, fissata a 180 secondi. Volevamo dare un ritmo serrato e la frenetica interazione sui social ce l’ha fornito. A volte resto incantato da come i pollici degli adolescenti siano capaci di digitare interi discorsi in una frazione di secondo. È senza dubbio una nuova era.

Il video è stato realizzato con Patrizio Celano, autore della fotografia e del montaggio, cercando di ottenere una palette calda e solare che potesse ben legare con il ritmo funky delle percussioni di fondo, scritte ed eseguite da Chrystopher Celano. La parte social del video e l’animazione finale sono state curate da Fabrizio Adamo, mentre gli attori sono allievi della scuola di teatro “ActorGym” di Messina.

Le riprese sono state effettuate a Montalbano Elicona, nella provincia di Messina, durante le “Feste Medievali di Primavera”, una rievocazione storica curata dall’Associazione Giovan Guerino, che ci ha permesso di realizzare il video nell’incantato scenario insignito del premio nazionale “Borgo dei Borghi 2015”.

Vincenzo Tripodo