Houzayfa’s items
Carlotta Berti / Virginia Nardelli / Alessandro Drudi

Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi © Alessandro Drudi

Houzayfa’s Items

SINOSSI

Scappando dalla guerra civile siriana, Houzayfa Faris ha dovuto lasciare la sua casa per sempre. È riuscito a portare con sé solo pochi oggetti in un piccolo zaino.

Cosa porteresti con te se dovessi lasciare la tua città in poche ore, senza la speranza di poter tornare indietro? A distanza di anni, questi oggetti potranno riconnetterti con un vecchio te stesso o saranno reperti archeologici di una vita perduta, ben sigillati sotto la polvere di un passato sepolto?
 
  • Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi © Alessandro Drudi
    Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi
  • Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi © Alessandro Drudi
    Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi
  • Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi © Alessandro Drudi
    Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi
  • Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi © Alessandro Drudi
    Houzayfa’s Items – Un film di Carlotta Berti, Virginia Nardelli e Alessandro Drudi

Dati tecnici

Regia: Carlotta Berti, Virginia Nardelli, Alessandro Drudi | Scrittura: Carlotta Berti | Fotografia: Alessandro Drudi | Montaggio: Virginia Nardelli, Carlotta Berti | Suono: Virginia Nardelli | Produzione: Goethe-Institut, C.S.C. | Con: Houzayfa Faris

Durata: 5’ 22’’ | Periodo riprese: 3–13 gennaio 2017 | Camera: Sony alpha7s | Formato: 1:1.85
 

sul film

CARLOTTA berti

Confini, nazioni, passaporti, sono transitori come le nuvole. Quello che resta nonostante il trascorrere del tempo è materia fatta di persone, luoghi, ricordi ed esperienze.
 

VIRGINIA nardelli

Quando Carlotta mi ha parlato del progetto la prima volta, mi sono sentita subito coinvolta. Io stessa ho l’abitudine di archiviare ricordi e memorie in tante scatole, ma alla domanda: “Cosa ti porteresti dietro se dovessi fuggire da un momento all’altro?” Non saprei proprio rispondere. Scoprire quali sono gli oggetti indispensabili che vengono scelti nel momento di una partenza irreversibile, mi sembra un modo delicato, semplice e universale per raccontare una storia di fuga e migrazione.
 

ALESSANDRO DRUDI

Due anni fa mi trovavo con Virginia ad Istanbul per la realizzazione di un documentario sui musicisti di strada. Quello che mi ha colpito maggiormente camminando per le strade della metropoli erano i centinaia di siriani in fuga dalla guerra, giunti in Turchia per iniziare una nuova vita o in transito verso l’Europa. La storia di Houzayfa mi ha interessato fin da subito, in particolare l’idea di raccontarla attraverso gli oggetti che si è portato fuggendo da casa.