Hausbesuch Logo © Goethe-Institut

Ospiti a casa

In Italia, Germania, Portogallo, Spagna, Francia, Lussemburgo e Belgio gente comune ha aperto la porta di casa a uno scrittore europeo offrendogli un inconsueto sguardo nel quotidiano. Ne sono nati 10 racconti per un e-book in 6 lingue e singoli pdf da scaricare.

Nell’incessante discussione sulla cosiddetta crisi in Europa si insiste sulla necessità di una narrazione europea comune, una storia che crei entusiasmo per il progetto comune e gli conferisca una fisionomia convincente e contemporanea. Eppure questo racconto, globale e comune, ancora non c’è, e mai come adesso, malgrado la sua urgenza, si è consapevoli di quanto sia incerta la possibilità di poterlo realizzare. Con il nostro “Hausbesuch”, il programma Ospiti a casa, abbiamo scelto una strada alternativa: quella dell’incontro letterario con singole realtà di vita vissuta in Europa.
 
Per sette mesi, il progetto avviato dal Goethe-Institut ha permesso a dieci autrici e autori noti – provenienti dal Portogallo, dalla Spagna, dalla Francia, dal Lussemburgo, dal Belgio, dall’Italia e dalla Germania – di incontrare i privati cittadini: quaranta padroni di casa (ad esempio una comune abitativa di artisti tatuatori a Porto, dei tifosi di calcio a Friburgo o un venditore di oggetti sacri a Palermo) in diciassette città in cui è presente un Goethe-Institut hanno aperto le loro porte di casa a un’autrice o un autore che, a sua volta, ha messo le proprie impressioni nero su bianco.
 
È così che si sono delineate dieci miniature letterarie: Katja Lange-Müller ha abbozzato i suoi incontri notturni in un locale surrealista di Bruxelles, Michela Murgia ha vissuto a Marsiglia il dopopartita di una semifinale degli Europei di calcio fra la Germania e la Francia, Marie Darrieussecq si è chiesta invece perché a Dresda ci sia una Pizzeria Napoli mentre a Napoli non esista alcun Ristorante Dresda. Serata dopo serata, racconto dopo racconto, lo sguardo nella sfera privata consente di scattare un’istantanea dell’Europa e, con ciò, di suggerire una narrazione che si manifesti dalla profondità dello spazio vissuto senza sovrastarlo.
 
Proponiamo volutamente i racconti nelle lingue dei sette Paesi d’origine delle autrici e degli autori partecipanti al progetto, nonché dei loro padroni di casa. Ogni testo rappresenta perciò un prolungamento del viaggio europeo durante il quale è nato. Le potenzialità tecnologiche offerte dall’e-book consentono al lettore di partecipare al viaggio e di immergersi in una narrazione europea attraverso le varie lingue. La casa editrice Frohmann ha deciso di pubblicare inizialmente i racconti singolarmente, mentre a marzo 2017, in occasione della Fiera del Libro di Lipsia, pubblicherà l’antologia completa in sei lingue.

A partire dall’11 gennaio è disponibile l’e-book e dal 10 gennaio, uno alla settimana, si può scaricare un racconto di Ospiti a casa in formato pdf:
 

Alina Bronsky © Bettina Fürst-Fastré

Alina Bronsky

Alina Bronsky ha vissuto a Torino un’esperienza tartaro-piemontese di “cocooking”. Improvvisamente si sente un’estranea a Francoforte, la sua città.

Marie Darrieussecq © Yann Diener

Marie Darrieussecq

Marie Darrieussecq unisce Napoli e Dresda in una geografia europea. Seguendo le tracce di Viktor Klemperer si è dedicata alla distruzione e alla ricostruzione dell’Europa.

Guy Helminger © Guy Helminger

Guy Helminger

Guy Helminger ha fatto entusiasmare vari giovani artisti tatuatori a Porto con il canto delle sue poesie. A Friburgo si è imbattuto nei tifosi dell’SC Freiburg ed è stato ospite di profughi siriani.

Katja Lange-Müller

Katja Lange-Müller ha passato momenti nostalgici in un locale surrelista a Bruxelles. A Friburgo ha reso visita ad un gruppo musicale femminile nel verdeggiante quartiere Vauban e ha infine incontrato dei senzatetto nella stazione di Berlino.

Michela Murgia © Alec Cani

Michela Murgia

Michela Murgia ha cantato insieme ai suoi connazionali a Francoforte mentre a Marsiglia ha vissuto da vicino le ripercussioni di una semifinale fra la Germania e la Francia nell’ambito dei Campionati Europei di calcio.

Jordi Puntí © Stefanie Kremser

Jordi Puntí

Jordi Puntí è caduto dalla sedia durante le sue accorate discussioni politiche a Nancy. Nel quartiere Schanze di Amburgo ha disaminato le esperienze fatte da un traslocatore che percorre l’Europa in lungo e in largo.

Sasha Marianna Salzmann © Esra Rotthoff

Sasha Marianna Salzmann

Sasha M. Salzmann e Tucké Royale hanno scoperto in un negozio di articoli religiosi i segreti della vita palermitana, plasmata da tracce musulmane, sedie di plastica e caffè.

Gonçalo M. Tavares © Pauliana V. Pimentel Kameraphoto

Gonçalo M. Tavares

Gonçalo M. Tavares ha compreso il significato delle lingue delle minoranze e della migrazione in occasione della sua visita ai padroni di casa lussemburghesi. A Francoforte non vuole darsi pace prima di aver compreso quali siano i veri obiettivi degli abitanti di questa città.

Annelies Verbeke © Alex Salinas

Annelies Verbeke

Annelies Verbeke ha scoperto a Genova la sua passione per i mosaici e si è imbattuta nella solidarietà vissuta. A Schwäbisch Hall è venuta a sapere come nasce l’amore per la lingua tedesca nel Camerun.

David Wagner © Dirk Skiba

Germania
David Wagner

David Wagner ha capito a Barcellona che le olive favoriscono i sogni. E nei giardini di Mannheim ha contrastato le avversità meteorologiche.

Scrittori ospiti a casa in Europa

  • David Wagner | Barcellona © Albert Bonjoch
    David Wagner | Barcellona
  • David Wagner | Barcellona © Albert Bonjoch
    David Wagner | Barcellona
  • Alina Bronsky | Torino © Marion Aich
    Alina Bronsky | Torino
  • Alina Bronsky | Torino © Marion Aich
    Alina Bronsky | Torino
  • Gonçalo M. Tavares | Lëtzebuerg © Goethe-Institut
    Gonçalo M. Tavares | Lëtzebuerg
  • Gonçalo M. Tavares | Francoforte © Goethe-Institut Frankfurt
    Gonçalo M. Tavares | Francoforte
  • Sasha M. Salzmann | Palermo © Laura Freund, Goethe-Institut Palermo
    Sasha M. Salzmann | Palermo
  • Marie Darrieussecq | Napoli © Martin Devrient
    Marie Darrieussecq | Napoli
  • Jordi Puntí | Nancy © Marischa Weiser, Goethe-Institut Nancy
    Jordi Puntí | Nancy
  • Jordi Puntí | Nancy © Marischa Weiser, Goethe-Institut Nancy
    Jordi Puntí | Nancy
  • Michela Murgia | Francoforte © Goethe-Institut Frankfurt
    Michela Murgia | Francoforte
  • Guy Helminger | Friburgo © Sarah Speicher
    Guy Helminger | Friburgo
  • David Wagner | Mannheim © Mursa
    David Wagner | Mannheim
  • Katja Lange-Müller | Bruxelles © Caroline Lessire
    Katja Lange-Müller | Bruxelles
  • Katja Lange-Müller | Bruxelles © Caroline Lessire
    Katja Lange-Müller | Bruxelles
  • Annelies Verbeke | Schwäbisch Hall © Goethe-Institut Schwäbisch Hall
    Annelies Verbeke | Schwäbisch Hall
  • Guy Helminger | Porto © Goethe-Institut / João Vidal Lemos
    Guy Helminger | Porto
  • Guy Helminger | Porto © Goethe-Institut / João Vidal Lemos
    Guy Helminger | Porto

Dresda 
Marie Darrieussecq | ottobre

Francoforte sul Meno 
Michela Murgia | giugno
Alina Bronsky | luglio
Gonçalo M. Tavares | settembre

Friburgo 
Katja Lange-Müller | luglio
Guy Helminger | settembre

Amburgo 
Jordi Puntí | Juni
Sasha Marianna Salzmann | giugno

Mannheim e Heidelberg
David Wagner | luglio

Schwäbisch Hall
Annelies Verbeke | luglio

Marsiglia 
Michela Murgia | luglio

Nancy
Jordi Puntí | luglio

Bruxelles 
Katja Lange-Müller | settembre

Lussemburgo 
Gonçalo M. Tavares | maggio

Genova 
Annelies Verbeke | giugno

Napoli 
Marie Darrieussecq | settembre

Palermo 
Sasha Marianna Salzmann | luglio

Torino 
Alina Bronsky | maggio

Barcellona 
David Wagner | maggio

Porto
Guy Helminger | settembre

Contatto

Marischa Weiser
hausbesuch@goethe.de