Ospiti a casa
Alina Bronsky

“Paradossalmente riesco a sentirmi a mio agio in casa di uno sconosciuto solo se sono un’estranea anche dal punto di vista linguistico.”
Alina Bronsky, Conoscere persone nuove – Ospiti a casa

Alina Bronsky Alina Bronsky | © Bettina Fürst-Fastré Alina Bronsky è nata nel 1978 a Ekaterinburg in Russia e vive in Germania dall’inizio degli anni novanta. Il suo primo romanzo del 2008 Scherbenpark (La vendetta di Sasha 2010) è subito diventato un bestseller selezionato per vari premi, dal quale sono state tratte una versione cinematografica e una riduzione teatrale. In seguito l’autrice ha pubblicato, tanto per nominarne alcuni, Die schärfsten Gerichte der tatarischen Küche (2010, I piatti più piccanti della cucina tatara 2012) e Nenn mich einfach Superheld (2013). Il suo libro più recente è Baba Dunjas letzte Liebe (2015). Quest’ultimo – come molte delle sue altre opere - affronta il ruolo dell’Europa orientale ed è stato accolto nella cosiddetta longlist del Deutscher Buchpreis. Il romanzo narra la storia di una donna che decide di prendere in mano la propria vita e di tornare nel suo villaggio natale nei pressi di Ĉernobyľ.

Le opere letterarie di Alina Bronsky sono state tradotte in molte altre lingue e i diritti relativi ai suoi romanzi ceduti in 15 Paesi.

Approfondimento

Quale momento di “Ospiti a casa” Le è rimasto particolarmente impresso?
“Ce ne sono tanti. L’attimo più avvincente per me è stato quando mi sono chiesta se il grande forno della casa polivalente consentisse di impostare una temperatura giusta per cuocere a puntino la crostata di cipolle realizzata secondo le mie indicazioni.”
  Alina Bronsky

Alina Bronsky a Torino