Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

30 anni dalla Caduta del Muro
Spiriti del passato

Nell’autunno del 1989 cadde il Muro, un anno dopo la riunificazione concluse quattro decenni di divisione tedesca. Da allora la Germania è cambiata e Berlino è diventata una metropoli internazionale. In occasione dell’anniversario della Caduta del Muro, ricordiamo la storia di ieri attraverso le immagini di oggi: una passeggiata lungo i luoghi più importanti della capitale.

Di Ula Brunner

La Porta di Brandeburgo

La Porta di Brandeburgo, 1961/2015, montaggio © pa-picture alliance | © A. Ehrlicher, Bettina Rehmann Una delle attrazioni principali di Berlino per i turisti, nonché soggetto molto amato per le foto: la Porta di Brandeburgo. Da lì il 13 agosto 1961 l’allora sindaco di Berlino in carica Willy Brandt (al centro, alla sua destra il pastore e politico del partito SPD Heinrich Albertz), raccoglieva informazioni sulle attività al confine del settore di Berlino. La notte precedente, fatta eccezione per poche persone che erano riuscite ad oltrepassarlo, il confine era stato sbarrato. La mattina presto iniziarono i lavori per la costruzione di una barriera.

Checkpoint Charlie nella Friedrichstraße

Checkpoint Charlie 1961/2015, montaggio © pa-picture alliance | © A. Ehrlicher, B. Rehmann Il 28 ottobre 1961 i carri armati sovietici si trovavano al Checkpoint Charlie, il posto di blocco tra settore sovietico e quello statunitense nella Friedrichstraße, per i diplomatici e gli stranieri: un segnale di ostilità, nato come reazione al piazzamento dei carri armati statunitensi direttamente al confine tra Berlino Est e Ovest. Oggi non ci sono tracce dei conflitti generati dalla Guerra Fredda: la Friedrichstraße è una delle strade di negozi più amate a Berlino.

Il ponte Glienicke tra il quartiere Wannsee di Berlino e Potsdam

Ponte Glienicke 1962/2015, montaggio © pa-picture alliance | © A. Ehrlicher, B. Rehmann Oggi importante arteria di collegamento tra Berlino e Potsdam, il Ponte Glienicke prima segnava il confine tra RDT e Berlino Ovest. Per molto tempo solo i militari ebbero il permesso di oltrepassarlo. Per tre volte nel corso della Guerra Fredda il Ponte Glienicke fu luogo di scambio di agenti di alto rango, come nel 10 febbraio 1962. Inaspettatamente l’Unione Sovietica rilasciò il pilota americano Gary Francis Powers, consegnandolo agli americani. In cambio gli USA liberarono la spia sovietica Rudolf Iwanowitsch Abel. La foto storica fu scattata poco dopo lo scambio.

Il Ponte Oberbaum a Friedrichshain-Kreuzberg

Il Ponte Oberbaum 1964/2015, montaggio © pa-picture alliance | © A. Ehrlicher, B. Rehmann Oggigiorno di notte questo ponte ad arco sulla Spree è luogo di incontro e centro della vita notturna. Anche i berlinesi dell’ovest che la sera del 19 dicembre 1964 varcarono il confine del Ponte Oberbaum, gioirono a ragione veduta: ebbero il permesso di far visita ai loro parenti nella parte est della città in occasione delle festività natalizie. L’accordo per il lasciapassare dell’anno precedente aveva per la prima volta reso il muro di pietra temporaneamente un po’ più permeabile.

Alexanderplatz

Alexanderplatz 1976/2015, montaggio Alexanderplatz (montaggio): © pa-picture alliance | © A. Ehrlicher, B. Rehmann Non sembra cambiato molto: ieri come oggi la fontana di Alexanderplatz è un luogo di incontro molto amato nel cuore di Berlino: per riposarsi, rilassarsi o mangiare un gelato. Il 29 giugno 1976 il termometro segnava 31 gradi all’ombra, motivo per cui i berlinesi dell’est rinfrescarono i loro piedi nella fontana.

Bernauer Straße

Bernauer Straße 1982/2015, montaggio © ullsteinbild – Jürgen Ritter | © A. Ehrlicher, B. Aspettare l’autobus: lo facevano le persone allora come oggi. Sullo sfondo della foto originale del 1982 della Berlino Est tuttavia, si vede ancora il Muro di Berlino. “Lummi” si legge scritto sopra di esso: Heinrich Lummer fu Ministro degli Affari Interni di Berlino Ovest dal 1981 al 1986.

Il centro storico

Berlin-Mitte 1984/2015, montaggio, taglio, remix Montaggio: A. Ehrlicher, B. Rehmann CC BY-SA 3.0: foto storica: Bundesarchiv, Bild 183-1984-0831-421 (CC BY-SA 3.0 de); foto contemporanea: K. Krämer Oggi dove ci sono i lavori in corso, ai tempo della RDT si trovava ancora il Palazzo della Repubblica: il 31 agosto 1984 il segretario generale del Comitato centrale Erich Honecker (a destra), la moglie Margot (la quarta da destra) e la campionessa olimpionica di pattinaggio sul ghiaccio Katarina Witt (la seconda da destra) si recano al ballo sportivo nella sede della Camera del Popolo, usata regolarmente per eventi. Dopo che nel dicembre 2008 fu demolita l’ultima parte dell’edificio contaminato da amianto, si è deciso dopo lunghe discussioni di ricostruire il centro storico di Berlino a Marx Engels Platz: nel 2023 si concluderanno i lavori di costruzione del Castello di Berlino.

Monumento sovietico nel Treptower Park

Monumento sovietico nel Treptower Park 1987/2015, montaggio, taglio, remix Montaggio: A. Ehrlicher, B. Rehmann CC BY-SA 3.0; foto storica: Bundesarchiv, immagini 183-1987-0727-24, Uhlemann Thomas (CC BY-SA 3.0 de); foto contemporanea: A. Ehrlicher, B. Rehmann Alcuni posano, mentre altri sfilano davanti al monumento sovietico nel Treptower Park, oggi non più usato per rituali di Stato ed eventi di massa come ai tempi della RDT. In passato era diverso: il 27 luglio 1987 pionieri di Lenin, membri del Komsomol, pionieri di Thälmanne e membri della FDJ commemorarono i soldati e gli ufficiali sovietici caduti.

Il Bösebrücke a BornhoLmer Straße

Bornholmer Straße 1989/2015, montaggio, taglio, remix Montaggio: A. Ehrlicher, B. Rehmann CC BY-SA 3.0; foto storica: Bundesarchiv, immagini 183-1989-1118-028 (CC BY-SA 3.0); foto contemporanea: A. Ehrlicher, B. Rehmann Ieri una Trabi, oggi il tram: il 10 novembre 1989 alunni del quartiere Wedding di Berlino Ovest formarono una linea al varco nella Bornholmer Straße sul Bösebrücke, per dare il benvenuto ai visitatori della RDT. La notte precedente per la prima volta in questo punto il Muro era stato aperto. Oggi il traffico fluisce in modo naturale tra i quartieri di Prenzlauer Berg e Wedding.

Il Reichstag

Il Reichstag 1990/2015, montaggio © pa-picture alliance | © A. Ehrlicher, B. Rehmann Grida di giubilo, bandiere, fuochi d’artificio: la notte del 3 ottobre 1990 le persone festeggiarono la riconquistata unità. La cupola di vetro del Reichstag era allora ancora un’utopia. Solo nel 1995 iniziarono i lavori di conversione del Reichstag nell’edificio del Parlamento.
 

Su questo articolo

Per i fotomontaggi qui raffigurati sono stati usati scatti storici di Berlino, dall’inizio della costruzione del Muro fino alla Riunificazione. Axel Ehrlicher e Bettina Rehmann hanno fotografato questi luoghi da una prospettiva quasi uguale, creando un motivo nuovo nel quale passato e presente si incontrano.

Top