Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

#ilmiolavoro
L’empatia è importante

Somministrare farmaci, misurare la pressione, chiedere ai pazienti come si sentono… Quando è di turno, l’infermiere Samed Qoshja è sempre impegnatissimo. Di origine albanese, lavora dal 2017 all’ospedale berlinese Charité e in Germania, ormai, si sente quasi a casa.

Samed Qoshja…

… è nato in Albania nel 1993 e si è diplomato come infermiere professionale nel suo Paese, dove ha iniziato a lavorare in un reparto di terapia intensiva. Prima di poter intraprendere l’attività all’ospedale berlinese Charité, ha studiato il tedesco frequentando un corso specialistico per apprendere anche la necessaria terminologia medica. Per ottenere il riconoscimento del proprio diploma, inoltre, ha dovuto sostenere quattro esami. Da gennaio 2017 lavora come infermiere a Berlino presso il Campus Benjamin Franklin dello Charité.

L’ospedale berlinese Charité…

… è una della maggiori cliniche universitarie d’Europa. Come in tutta la Germania, anche qui scarseggia il personale infermieristico e per questo lo Charité si è dotato dal 2016 di un programma di inserimento di collaboratrici e collaboratori stranieri: in futuro è prevista ogni anno l’assunzione di 60 nuovi infermieri e infermiere provenienti da Albania, Messico e Filippine.
 

#MeinJob | #ilmiolavoro

In Germania scarseggia il personale specializzato e quindi sono molte le persone che vi si trasferiscono per motivi di lavoro. Quali sono le loro professioni? Com’è la loro vita lavorativa? Per la rubrica #MeinJob | #ilmiolavoro ve ne presentiamo qualcuno e la loro attività quotidiana.

Top