Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Finestra su Berlino
Berlino – Postmigrante, postcoloniale, postmoderna?

María Linares | Mnyaka Sururu Mboro | Claudia Kromrei
María Linares e Mnyaka Sururu Mboro: Istantenee dai video di Katerina Valdivia Bruch | Ritratto dell'architetta Claudia Kromrei. Foto: Annette Koroll

In che misura il concetto di postmigrante si addice a Berlino? Quanto può definirsi postcoloniale la capitale tedesca? Possiamo parlare ancora di postmodernismo a Berlino? La nostra autrice, che vive a Berlino dal 2000, ha rivolto queste domande a tre berlinesi per scelta.

María Linares – Berlino,  una società “de-migratoria”

María Linares è un’artista colombiana che vive in Germania dal 1996. Attualmente sta scrivendo la sua tesi di dottorato dal titolo Sull’utopia di una società libera dai pregiudizi per il Dipartimento di Libere Arti alla Bauhaus-Universität di Weimar. I suoi settori di competenza sono l’arte nello spazio pubblico e le azioni artistiche partecipative. Da alcuni anni nel suo lavoro si occupa dei pregiudizi, del razzismo e delle questioni di identità. María Linares è stata co-promotrice dei Citizen Art Days e del collettivo artistico daily services.
 
 

SU stereotypes:

STEREOTYPES è un’azione artistica pensata per lo spazio pubblico. Alcune persone provenienti da paesi diversi indossano magliette con stampe di pregiudizi negativi nei confronti dei loro rispettivi paesi, e frammenti delle rispettive bandiere nazionali. Marchiati dalle magliette, impersonano nello spazio urbano proprio quello che gli viene attribuito come cliché.

Mnyaka Sururu Mboro – L’attesa è valsa la pena

Mnyaka Sururu Mboro, membro fondatore e del comitato dell’associazione Berlin Postkolonial, è un attivista proveniente dalla Tanzania, che si occupa della storia coloniale della capitale tedesca. Il rimpatrio dei resti umani, sottratti dalle colonie africane e portati in Germania per ricerche di stampo razzista, è una delle sue richieste principali. Un’altra questione fondamentale nel suo lavoro è la ridenominazione delle strade intitolate a criminali coloniali tedeschi. Egli si impegna attivamente affinché esse prendano il nome dei combattenti africani della resistenza.
 
 

Claudia Kromrei – Il postmodernismo come concetto ricorrente

L'architetta Claudia Kromrei insegna Teoria e Storia dell’Architettura a Brema e San Gallo (Svizzera). Inoltre ricerca e pubblica testi sulla Teoria e la Storia dell’Architettura e la Città. Il suo ultimo libro Postmodern Berlin. Wohnbauten der 80er Jahre (trad. lett. Berlino postmoderna. Edifici residenziali degli anni ’80) è stato pubblicato nel 2018 per la casa editrice svizzera Niggli.
 

Top