Variazioni sul barile dell’acqua piovana (Regentonnenvariationen)
Jan Wagner

Joachim Bernauer legge Jan Wagner
da sin a ds: Joachim Bernauer, Foto: © Goethe-Institut Italien / Joachim Bernauer; Copertina del libro, © Giulio Einaudi Editore

Questo #Lesetipp è di Joachim Bernauer
Direttore dei Goethe-Institut in Italia

Traduzione di Federico Italiano. Giulio Einaudi editore, 2019
Vincitore del Premio Büchner nel 2017

Nonostante il suo formato maneggevole, questo libro non è adatto all’uso come protezione respiratoria. Piuttosto, permette una respirazione poetica, di cui forse abbiamo più che mai bisogno in questi tempi, poiché la nostra lettura quotidiana è necessariamente incentrata su fatti e cifre. Per un facile accesso a più poesia nei tempi di Covid-19, questa edizione bilingue è disponibile anche come eBook.

È sempre un miracolo come questo poeta riesca a creare immagini che evocano stati d’animo in un mezzo verso fino a quando non si trovano davanti agli occhi cose a lungo dimenticate o non mai viste (questo è giustamente promesso nella bandella). Si tratta di testi meravigliosamente poetici e intelligenti.

Jan Wagner, autore pluripremiato e borsista dell’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo nel 2011, conosce l’Italia e infatti in questo volume incontriamo anche Canaletto, gli asini siciliani, il cornetto portafortuna e il violoncellista Giovanni Gnocchi.

Una delle mie poesie preferite è quella sul barile dell’acqua piovana:

rimani, disse il buio, | e il tuo viso si scioglie | come un pezzo di zucchero.

Vi segnaliamo inoltre l’interessante intervista all’autore apparsa nel primo blog di poesia della Rai.

<<< Torna a Quarta di copertina

Top