Gioco d’avventura in tedesco
L’enigma del Disco di Nebra

Il gioco d’avventura in tedesco “L’enigma del Disco di Nebra” è un “serious game” per studenti di tedesco a partire dal livello A2. Un gioco divertente e allo stesso tempo utile per consolidare le competenze linguistiche.

Vuoi vivere un’avventura emozionante e risolvere uno spinoso enigma imparando anche il tedesco? Puoi farlo con “Lernabenteuer Deutsch”. I giocatori incontrano l’esperto d’arte Vincent Mirano e partono con lui per attraversare la Germania in lungo e in largo, con l’obiettivo di svelare il mistero che circonda il mitico Disco di Nebra, la più antica rappresentazione del cielo, risalente a 4.000 anni fa: è stato forse rubato? È un falso quello custodito al museo? E dove si trova l’originale?



Il gioco sfrutta i classici canoni del gioco d’avventura: i giocatori, a diversi livelli, devono contattare altri personaggi che aiuteranno l’esperto d’arte Vincent Mirano sulle tracce dell’enigma del Disco di Nebra, raccogliendo oggetti e parole da riutilizzare poi in maniera mirata. 

I giocatori interagiscono in dialogo con i vari personaggi e mantengono viva l’azione entrando in uno spazio di simulazione realistico in cui mettono in pratica le conoscenze di tedesco acquisite. Come in tutti i giochi d’avventura, ricerca e abbinamento di elementi svolgono un ruolo importante, ma l’unico mezzo di comunicazione mirato è la lingua tedesca: senza di lei l’enigma resterebbe insoluto. 

Vincent Mirano, esperto d’arte e con un fiuto infallibile per i falsi, è straniero e quindi, nella sua avventurosa ricerca, deve superare numerosi scogli linguistici. La maggior parte dei compiti riguarda situazioni comunicative realistiche per studenti di tedesco che affrontano la quotidianità in Germania.

L’intreccio avvincente del gioco è motivante e spinge gli studenti a prendere continuamente in mano smartphone e tablet, permettendone così il miglioramento delle loro competenze linguistiche.

“L’enigma del Disco di Nebra” è stato sviluppato da Reality Twist in collaborazione redazionale con il Goethe-Institut.