Sputnik

Sputnik © Georges Pauly Ostlicht Filmproduktion

Fiction, Germania 2012/2013 - 83 min.
Regia: Markus Dietrich
Interpreti: Flora Li Thiemann (Frederike), Finn Fiebig (Fabian), Luca Johannsen (Jonathan), Emil von Schönfels, Devid Striesow, Yvonne Catterfeld
Destinatari: alunni di scuola media
 

Un paese della DDR nell’autunno del 1989: con l’aiuto dell’amato zio Mike, Frederike e i suoi amici stanno costruendo un razzo con cui inviare un saluto in segno di pace ai cosmonauti che si trovano nello spazio. All’improvviso la realtà irrompe nel mondo della fantasia: la ragazzina viene involontariamente sollevata in aria da un pallone aerostatico, e il piccolo viaggio si interrompe con un atterraggio di fortuna. Subito arriva anche la polizia perché decollare con un pallone aerostatico poteva essere anche un tentativo di fuga dalla Repubblica democratica. I piccoli aspiranti cosmonauti vengono severamente rimproverati durante una riunione dell’organizzazione giovanile i “Pionieri”. Ma la situazione peggiora ancora di più: Mike deve abbandonare la DDR a rotta di collo, perché aveva fatto domanda per ottenere il visto di uscita e ora viene espulso all’improvviso. Frederike è inconsolabile per la perdita dello zio ma, prendendo a modello i film di fantascienza occidentali, decide di costruire una macchina con cui riportare lo zio dall’Ovest all’Est tramite teletrasporto. L’onnipresente poliziotto del paese Mauder la osserva sempre con diffidenza. Il 9 novembre del 1989 la macchina è pronta; il suo impiego mette però a subbuglio il paese. Poi la ragazzina viene a sapere dalla televisione che gli abitanti del suo paese sono già nell’Ovest. Frederike li ha involontariamente teletrasportati lì? La ragazzina non immagina che quella stessa sera è caduto il muro di Berlino.
Sputnik è un film per bambini sulle ultime settimane della RDT, narrato coerentemente dalla prospettiva dei piccoli protagonisti che in gran parte sapevano ben poco degli avvenimenti politici.
(secondo Hans Günther Pflaum; catalogo della cineteca del Goethe-Institut Rom).
 
Suggerimento: la proiezione del film richiede un’approfondita preparazione e introduzione nella storia tedesca per renderlo comprensibile ai bambini di oggi.
 



TRAILER