Heimat. Ein deutsches Familienalbum

Manuale per le scuole sul libro “Heimat” di Nora Krug © Goethe-Institut Italien

Manuale per le scuole

Come posso sapere chi sono, se non capisco da dove vengo? Cosa significa per me e per la mia famiglia la parola Heimat (patria)? Questo senso di colpa ce lo portiamo dietro ancora oggi?

Queste sono le domande che l'autrice e illustratrice Nora Krug si pone nel suo album di famiglia Heimat. Per capire meglio la sua storia e quella della sua famiglia fa un viaggio nel passato: ricerca negli archivi e nelle biblioteche, visita i mercatini delle pulci, si mette in contatto con parenti e intervista testimoni di quegli anni.

La sezione di Cooperazione linguistica e didattica del Goethe-Institut Italien ha realizzato per i docenti di tedesco un manuale per le scuole che accompagna il libro e la mostra, ma anche materiali didattici di preparazione alla lettura del libro o alla visita della mostra e alle successive attività in classe. Si rivolge agli studenti della scuola secondaria di II grado e può essere utilizzato in classe o nell'ambito di un progetto interdisciplinare.
 


Biografia

Nora Krug, nata a Karlsruhe nel 1977, ha studiato scenografia, sceneggiatura di film documentari e illustrazione a Liverpool, Berlino e New York. Le sue illustrazioni e i suoi graphic novel sono apparsi regolarmente nei più importanti quotidiani e riviste (p.e. "The New York Times" e "The Guardian"). Per questo libro ha vinto numerosi premi (tra gli altri il Lynd Ward Graphic Novel Prize 2019). Krug è docente di Illustrazione alla “Parsons School of Design” a New York e vive a Brooklyn.

 

Copertina del libro “Heimat” di Nora Krug (dettaglio) © Nora Krug

Mostra
Heimat. Di Nora Krug

Chi saremmo stati se la guerra non fosse mai accaduta? Dopo vent’anni negli Stati Uniti, Nora Krug torna nella sua patria, la Germania, per cercare la risposta a questa domanda.
La riflessione sullo spaesamento, filo rosso di BilBOlbul 2019, parte da Heimat (Einaudi, 2019), il graphic novel di Krug. 30 novembre 2019 - 6 gennaio 2020 - Museo internazionale e biblioteca della musica, Strada Maggiore 34, Bologna. Ingresso: 5 Euro, 3 Euro (ridotto).