Film Colonia Dignidad

Colonia Dignidad ©Majestic

Lunedì 6 febbraio 2017, ore 18:30

Multicinema Modernissimo

Nell’ambito della rassegna cinema „Montagskino – I tedeschi del lunedì”


Germania, Lussemburgo, Francia 2015, 110’
Regia: Florian Gallenberger 
Sceneggiatura: Torsten Wenzel, Florian Gallenberger 
Fotografia: Kolja Brandt
Montaggio: Hansjörg Weißbrich
Con Emma Watson (Lena), Daniel Brühl (Daniel),
Mikael Nyqvist (Paul Schäfer), Richenda Carey (Gisela), Vicky Krieps (Ursel) e altri
 
Cile 1973: Daniel, fotografo tedesco, collabora con i sostenitori del governo socialista di Salvador Allende. L'11 settembre, durante il golpe militare di Augusto Pinochet, viene arrestato a Santiago insieme alla fidanzata Lena. Daniel viene condotto via, mentre Lena viene rilasciata.

La ragazza si mette alla ricerca del fidanzato, riuscendo a scoprire che è stato portato alla Colonia Dignidad, una missione fondata e guidata da un predicatore tedesco, Paul Schäfer, che detiene stretti legami con la polizia segreta di Pinochet. Per ritrovare Daniel Lena decide volontariamente di entrare nella colonia fingendo di aderire alla setta di Schäfer. Ben presto si rende conto di trovarsi in una situazione senza via d’uscita: nessuno è mai riuscito a fuggire dall’inespugnabile Colonia.
 
Biografia: Florian Gallenberger 

Florian Gallenberger (1972) è un regista e sceneggiatore tedesco. Ha iniziato da bambino, all'età di cinque anni, a lavorare come attore di cinema e tv. Dopo aver studiato filosofia, psicologia e russo, si è laureato all'Accademia della Televisione e del Cinema di Monaco. Con il suo film di diploma „Quiero ser“, in cui è raccontata la storia di due fratelli orfani che vivono per le strade di Città del Messico, ha vinto nel 2001 il Premio Oscar per il miglior cortometraggio. Con i lungometraggi „John Rabe“ (2009) e „Colonia Dignidad“ (2015) si è affermato tra i migliori registi tedeschi. 
 
Un evento del Goethe-Institut in collaborazione con Stella Film – Multicinema Modernissimo .

Trailer:

 

 

Indietro