Rassegna cinema Montagskino – I tedeschi del lunedì

Wild ©Heimatfilm

Lunedì 30 gennaio – lunedì 20 marzo 2017

Multicinema Modernissimo

Nuove prospettive del cinema tedesco

MONTAGSKINO riprende con un nuovo giro di otto straordinari film di produzione tedesca e svizzera. La rassegna cinematografica del Goethe-Institut Neapel in collaborazione con il Cinema Modernissimo è dedicata come da tradizione al cinema tedesco attuale, che è vivace, tematicamente e stilisticamente molteplice e interculturale come mai prima. MONTAGSKINO presenta sia i lavori di giovani film maker talentuosi, ma anche di rinomati registi, con l’obiettivo di mostrare le tendenze e le prospettive del cinema tedesco attuale.

Con tre vincitori della Berlinale il cinema del lunedì è anche un omaggio al Festival Internazionale del Cinema di Berlino. La rassegna cinematografica si aprirà con la favorita alla Berlinale 2015, Victoria di Sebastian Schipper, un viaggio emozionante nella notte berlinese di 140 minuti, filmato in un unico vertiginoso piano sequenza. Un film tanto struggente quanto stupefacente, premiato con un Orso d’Argento per il miglior contributo artistico e ben 7 Lola, i Premi dell’Accademia del cinema tedesco.

Gli altri importi della Berlinale: Kreuzweg di Dietrich Brüggemann, una storia sulle ripercussioni del fanatismo religioso e Grüße aus Fukushima di Doris Dörrie sull’amicizia fra due donne molto diverse tra di loro nel mezzo della zona radioattiva di Fukushima.
Attualissimo anche Democracy – Im Rausch der Daten di David Bernet, unico film documentario della rassegna, che rende possibile la visione interna nei meccanismi della legislazione europea, seguendo il processo della nascita della legge europea sulla protezione dei dati personali.
Con Der Verdingbub di Markus Imboden si riapre un capitolo buio della storia svizzera. Il toccante film racconta la storia di Max ispirata al destino di migliaia di orfani, che fino agli anni 60 del secolo scorso dovevano lavorare come garzoni presso le fattorie svizzere.
Un capitolo buio della storia tedesco-argentina viene trattato nel film Colonia Dignidad del premio Oscar Florian Gallenberger. Sullo sfondo del golpe cileno del 1973, racconta la storia di due tedeschi segregati nella Colonia Dignidad.
Alki Alki e Wild dimostrano l’irrefrenabile voglia a raccontare storie e la gioia di sperimentare da parte della nuova generazione di registi tedeschi.
Il contributo tragicomico sul tema dell’alcolismo di Axel Ranisch si riallaccia stilisticamente al suo grandioso debutto Dicke Mädchen, improvvisato a 100%. Wild di Nicolette Krebitz, l’entusiasmante storia d’amore fra una donna e un lupo, è uno dei migliori esempi di un cinema tedesco audace e visionario.
 

Programma

30.01.:  ViCtoria 

06.02.:  Colonia Dignidad (Colonia)

13.02.:  Der Verdingbub (The Foster Boy) 

20.02.:  Kreuzweg (Kreuzweg - Le stazioni della fede)

27.02.:  Alki Alki

06.03.:  Wild

13.03.:  Democracy – Im Rausch der Daten (Democracy)

20.03.:  Grüße aus Fukushima (Fukushima, mon Amour – In presenza

              DEllA Registra DoriS Dörrie

Un evento del Goethe-Institut in collaborazione con Stella Film – Multicinema Modernissimo.
 
 

Indietro