Giornata di studi Plurilinguismo

Plurilinguismo © Colourbox.de

Venerdì 13 ottobre 2017, ore 8:30–18:30

Università degli Studi di Bari Aldo Moro

Dipartimento LELIA
Via Garruba 6
Aula Carofiglio
70122 Bari

Lingue e culture nell’insegnamento del tedesco come lingua straniera

La giornata di studi programmata per il giorno 13 ottobre 2017 presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro dal titolo Plurilinguismo: Lingue e culture nell’insegnamento del tedesco come lingua straniera si prefigge come obbiettivo di proporre e approfondire un’ampia gamma di questioni teoriche e pratiche riguardanti i processi interculturali nella scuola e nell’università.

Determinante per questo complesso tematico è il dato che negli ultimi anni il fenomeno del plurilinguismo sia diventato il momento centrale nelle riflessioni della politica dell’istruzione, della ricerca scientifica come anche dei principi della didattica delle lingue straniere. A seguito di una mobilità, sia volontaria che indotta, cresciuta vorticosamente negli ultimi anni e del corrispondente consolidamento pluriculturale delle società, era già stato previsto dall’Unione Europea nel 2005 che ogni cittadino della UE dovesse parlarne almeno tre lingue e che il loro apprendimento come anche la loro molteplicità all’interno della società fosse da promuovere in maniera incisiva. Se da un punto di vista odierno queste direttive erano allora sicuramente innovative, bisogna al momento constatare che vi sono ancora alcuni ostacoli da superare per ottenere un conseguente orientamento didattico verso il plurilinguismo da parte di studenti e docenti. Questo vale anche per quanto concerne lo sviluppo di concetti innovativi che durino nel tempo.

Per queste ragioni da un lato è necessaria una elaborazione continua ed intensiva del complesso di temi circa il plurilinguismo all’interno di corsi di studio indirizzati alla didattica; per altro verso è altrettanto necessaria una loro approfondita e progressiva trattazione nel quadro della formazione e della specializzazione degli insegnanti. In tal modo si può fornire uno stimolo sia alla riflessione sulle nuove conoscenze scientifiche che ad una verifica pratica dei nuovi spunti didattici. La presente giornata di studi vuole fornire un contributo a quanto esposto.

Si tratteranno principalmente i seguenti aspetti:
  • Dimensioni e proposte di definizioni del plurilinguismo: attuale stato della ricerca
  • Didattica del plurilinguismo: prospettive per l’insegnamento DaF nelle scuole e nelle università
    - Scuole e università come luogo di apprendimento pluriculturale: il plurilinguismo degli studenti e dei docenti come risorsa
    - Plurilinguismo nella lezione di lingua, di cultura e di letteratura: concetti innovativi per la scuola e l’università
    - Insegnare e apprendere in ambiente multimediale: nuovi media e didattica del plurilinguismo
La giornata di studio del 2017 presso l’Università di Bari è giunta ormai alla sua quarta edizione. Nel corso degli ultimi anni l’esperienza ha mostrato che nell’ambito di dibattiti e workshops le prospettive di studenti e docenti coinvolti si completano a vicenda e che il dialogo che ne scaturisce risulta in ogni caso motivante e costruttivo. In questa ottica la giornata di studio offre in forma compressa la possibilità di una ulteriore formazione intensiva e crea un forum di discussione comune sia per docenti delle scuole che delle università. Secondo una ormai consolidata formula organizzativa il mattino è riservato alle relazioni plenarie mentre il pomeriggio è dedicato alle attività dei partecipanti all’interno di workshops.

L’offerta viene completata da una postersession durante la quale le giovani leve della ricerca espongono in maniera articolata i loro progetti. Inoltre è prevista una esposizione di volumi da parte di varie case editrici che presentano le loro più recenti pubblicazioni nel campo dell’insegnamento del tedesco come lingua straniera.

Anche questa volta la manifestazione, sotto l’Alto patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania, ha luogo in collaborazione con il Goethe-Institut Rom, il DAAD e l’associazione italiana di docenti di lingue straniere Lend.

 

Indietro