Muri visibili e muri invisibili

IL CIELO SOPRA BERLINO, di Wim Wenders © Wim Wenders Stiftung – Argos Films © Wim Wenders Stiftung – Argos Films

A trent’anni dalla caduta del muro di Berlino, il simbolo più rappresentativo della divisione del mondo in due blocchi e della guerra fredda, quali riflessioni è in grado di stimolare oggi tale evento e le promesse di libertà, pace e benessere che esso ha rappresentato per la Germania, per l’Europa e per il mondo intero?
A queste domande cercheranno di rispondere le tante manifestazioni previste per questa ricorrenza, tra cui questa rassegna cinematografica divisa in due parti: una serie di proiezioni estive all’aperto, cui seguirà a ottobre un programma di proiezioni al chiuso.

La rassegna è organizzata da Polo del ‘900 e Istituto Gaetano Salvemini in collaborazione con Goethe-Institut Turin, Fondazione Vera Nocentini, Unione Culturale Franco Antonicelli, Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, Les Petites Madeleines, Seeyousound. Con il sostegno di Città di Torino, Regione Piemonte e Compagnia di San Paolo.
La rassegna rientra nel programma Berlino 1989. Muri di ieri e muri di oggi, organizzato dal Polo del '900 assieme a diversi enti e associazioni cittadine.