Cinema Wir sind jung. Wir sind stark [Siamo giovani e forti]

WIR SIND JUNG, WIR SIND STARK, di Burhan Qurbani © Stephan Rabold / teamWorx Television & Film © Stephan Rabold / teamWorx Television & Film

mer, 10.07.2019

Torino | Polo del '900

Corso Valdocco 4/a
Torino

Regia: Burhan Qurbani
DEU 2014, 123 min. (VO con sott. italiani)

Primo film di finzione ad affrontare uno dei momenti più drammatici della recente storia tedesca: l'assalto ai centri per richiedenti asilo e lavoratori stranieri di Rostock del 1992. Un evento che sulle televisioni di tutto il mondo sostituiva l’immagine di una Germania felice per la caduta del muro di Berlino con quella di un paese in cui le case di profughi e stranieri venivano date alle fiamme, bersagliate dalle molotov lanciate da gruppi di giovani di fronte a una folla plaudente e a una polizia assente.

L'incalzare degli eventi è magistralmente narrato alternando il punto di vista di tre figure: i giovani aggressori, di cui emerge la frustrazione per una riunificazione che aveva promesso maggior libertà e benessere, ma sembrava aver portato solo insicurezza e disoccupazione; i vietnamiti che vivono nell'edificio che verrà dato alle fiamme, giunti in Germania come lavoratori ospiti di un paese fratello, divenuti ora forza lavoro concorrente e capro espiatorio della crisi; i politici che osservano il crescere delle violenze divisi e paralizzati dai loro calcoli elettorali.

Diretto dal giovane regista Buhran Qurbani, nato in Germania nel 1980 da profughi della prima guerra afgana. Premiato come miglior film straniero al Festival del cinema di Roma.

Wir sind jung. Wir sind stark | Scheda critica
 

Indietro