Mostra documentaria L’occhio del cronista

L’immagine della Germania sulle pagine del Corriere della Sera dal 1960 al 2000

Rapida inchiesta sentimentale in Germania:
"Con gli italiani è un’altra cosa!"
Corriere d’informazione, 25/26 agosto 1961


Le vacanze a Rimini, l’Oktoberfest e il boom economico. La percezione che gli italiani hanno avuto dei tedeschi è sempre stata influenzata da luoghi comuni. È quanto documenta la mostra curata dal Goethe-Institut Mailand in collaborazione con la Fondazione Corriere della Sera presentata a Torino dal 4 al 20 maggio. Basata su materiale tratto dall’archivio del Corriere, la mostra documenta come gli stereotipi abbiano determinato l’immagine che gli italiani hanno dei tedeschi, e come questi cliché si siano diffusi nel tempo.

La suddivisione della mostra nelle sezioni società, storia e cultura, emigrazione, economia, politica, usi e costumi, si trasforma così in un viaggio a tema attraverso il paese Germania e la sua gente offrendo nel contempo uno sguardo d’insieme su quarant’anni di giornalismo di costume. Leggiamo frasi fatte del tipo: “Sono dieci milioni le tedesche infelici” e poi “Non sanno fare la salsa”. O, addirittura, descrivendo il tedesco e il suo cestone da spiaggia: “…La nicchia del paguro… l’emblema dell’introversione nordica, dell’inclinazione al ruminio, alla solitudine.”

Focus della mostra sono gli anni ‘60, quando, anche a seguito dell’emigrazione italiana in Germania, presero piede luoghi comuni e pregiudizi che, in gran parte, si cristallizzarono nel tempo influenzando sottotraccia la percezione che ancora oggi abbiamo del mondo tedesco e che il mondo tedesco ha degli italiani.

La presentazione del materiale d’archivio è accompagnata da fotografie che raccontano con efficacia il trascorso e l’oggi della vita tedesca, mentre una serie di filmati realizzati dalla RAI sulle trasmissioni televisive tedesche analizza in modo divertente la funzione e il ruolo degli stereotipi nella rappresentazione del Bel Paese.

Sempre all’interno della mostra sarà possibile vedere il documentario Berlin-Palermo di Beppe Severgnini e Gianni Scimone - una produzione realizzata nel 2010 che indaga in profondità quelli che sono oggi i rapporti tra l’Italia e la Germania.

In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo.

Dal lunedì al venerdì alle 17:00 e il sabato alle 10:30 e alle 16:00 saranno organizzate gratuitamente visite guidate alla mostra. Scuole e gruppi sono pregati di prenotarsi all’indirizzo:
didattica@turin.goethe.org


La prossima rassegna d’iniziative dedicate al tema:
Reciproche visioni. Italia-Germania al cinema
Convegno e rassegna cinematografica, da lunedì 9 maggio 2011, Università degli Studi di Torino e Cinema Massimo.


Una manifestazione nell'ambito di:

Indietro