Cine-concerto con musiche dal vivo Die Abenteuer... (Le avventure del principe Achmed)

Die Abenteuer des Prinzen Achmed Goethe-Institut

Mercoledì 8 novembre 2017 - ore 21

Cinema De Seta - Cantieri Culturali alla Zisa

Cantieri culturali alla Zisa
Via Paolo Gili, 4
90138 Palermo

Cine-concerto con musica dal vivo a cura di Peter Wegele con un ensemble del Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini di Palermo

Regia e Sceneggiatura: Lotte Reiniger
Fotografia: Carl Koch
Animazione: Lotte Reiniger, Carl Koch
Germania, 1926, 65’, b&n e colore, muto,
didascalie in lingua originale con sottotitoli italiani

Primo lungometraggio d'animazione della storia del cinema sopravvissuto fino ai nostri giorni, Die Abenteuer des Prinzen Achmed è considerato il capolavoro della regista tedesca Lotte Reiniger (1899-1981), pioniera e punto di riferimento per la tecnica animata delle silhouette, cioè delle figure di cartone ritagliato, sull’esempio del teatro d'ombre.
Costato alla sua autrice ben tre anni di lavoro, dal 1923 al 1926, il film narra, in maniera sorprendentemente innovativa per l’epoca, le vicissitudini del protagonista Achmed contro streghe e stregoni, nelle avventure che deve affrontare per conquistare la bella principessa.
Ispirato ai racconti delle Mille e una notte, il film è costituito da più di 300.000 inquadrature e alla sua laboriosa realizzazione ha collaborato anche il regista Walter Ruttmann, nella Berlino dei primi del Novecento, centro del fermento mondiale e della sperimentazione cinematografica.
Un’opera di straordinario fascino e stile, che grazie ai suoi sorprendenti effetti visivi, alle  sovrapposizioni dei fondali per dare maggiore profondità alle immagini, all’uso originale della pellicola colorata e ad altri sapienti espedienti, restituisce anche allo spettatore smaliziato di oggi tutta la magia, lo stupore e la potenza evocativa del cinema delle origini.

Musica dal vivo a cura di Peter Wegele con l'ensemble del Conservatorio di Musica "Vincenzo Bellini" di Palermo:
Martino Arcobasso, elettronica
Antonio Accurso, elettronica
Edoardo Ardizzone, chitarra elettrica
Çağın Devrim Aydın, flauto
Maria Chiara Casà, pianoforte
Silvia Cortese, violino
Giovan Battista Evola, fisarmonica
Flavia Farruggia, chitarra elettrica
Biagio Genco, violino
Gabriele Giambertone, elettronica
Giuseppe Gulotta, pianoforte
Alessio Ilardi, elettronica
Silvana Morreale, pianoforte
Giuseppe Musumeci, violino, violino elettrico
Roberto Palazzolo, regia audio
Giovanni Marco Pardo, elettronica
Fabio Pecorella, pianoforte
Giulia Perriera, percussioni
Luca Rizzo, tastiere
Massimiliano Seggio, pianoforte
Vittorio Sommatino, elettronica
Alessandro Traina, chitarra classica
Alessandro Troja, tastiere
Alberto Tudisca, regia audio
Marco Zammuto, basso elettrico

Peter Wegele Peter Wegele © Goethe-Institut Palermo Peter Wegele è un pianista, autore, compositore e arrangiatore tedesco. Produttore o coproduttore di oltre 25 CD, vive e lavora a Monaco di Baviera. Accanto ad un'attività di musical director e a quella concertistica negli Stati Uniti e in tutta Europa, tiene conferenze sulla musica per il cinema in Germania, Austria, Inghilterra e Italia.

Il Goethe-Institut Palermo e il Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini di Palermo collaborano per la terza volta nell’ambito di un laboratorio di musica e cinema diretto dal pianista, autore e compositore tedesco Peter Wegele. Dopo il laboratorio sul film muto italiano La guerra e il sogno di Momi, nel 2014, e sul francese La Chute de la Maison Usher di Jean Epstein, nel 2016 – entrambi realizzati grazie anche alla collaborazione con l’Institut français Palermo – quest’anno è la volta di un classico tedesco di animazione, Le avventure del principe Achmed, capolavoro di Lotte Reiniger. Attraverso la visione e l'analisi del film, l’identificazione dei momenti chiave nella drammaturgia del film, gli allievi del Conservatorio saranno in grado di comporre una nuova e originale colonna sonora, sviluppando temi musicali con lo stesso approccio con cui i grandi maestri come Max Steiner componevano le loro musiche per film.

Peter Wegele con partecipanti del laboratorio Peter Wegele © Goethe-Institut Palermo Una parte della colonna sonora sarà volutamente lasciata alla libera improvvisazione e a sviluppi spontanei. Questo mix di tradizione e innovazione, che nasce anche dalla composizione eterogenea dell’ensemble partecipante al workshop, promuove l'interazione tra i vari musicisti. La combinazione di musica elettronica più sperimentale con elementi classici e jazz assume un valore didattico e musicale molto forte e stimolante. Il superamento delle barriere e degli stili musicali è un'esperienza di grande arricchimento per gli studenti ed è essenziale per portare sul palco in un brevissimo arco di tempo un grande progetto.

In collaborazione con:
Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini di Palermo
Città di Palermo – Assessorato alla Cultura

 
 

Indietro