Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)
Projekte des Goethe-Instituts anlässlich der EU-Ratspräsidentschaft DeutschlandsIllustration (Ausschnitt): Tobias Schrank

Semestre tedesco di Presidenza del Consiglio dell’UE
UE 2020: L’impegno europeo del Goethe-Institut

Dal 1° luglio al 31 dicembre la Germania assume la Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea. Come Goethe-Institut ci poniamo delle domande: in cosa consiste l’Europa? Come vogliamo viverla in futuro? Quali temi vogliamo promuovere sull’intero territorio? In queste pagine presentiamo i nostri progetti a livello europeo, che portiamo avanti con un approccio tanto artistico quanto apertamente critico e volto al dibattito, al fine di rafforzare una comune coscienza europea, promuovere una società civile digitale europea e realizzare in Europa una svolta culturale all’insegna dell’ecologia.

I progetti Cucine d’Europa, Parlami d’Europa, Il muro che scompare, #oekoropa e Generazione A=Algoritmo sono parte integrante del programma culturale del Governo Federale tedesco in occasione della Presidenza di turno del Consiglio UE. Inoltre, avvalendosi della sua rete, il Goethe-Institut sostiene l’opera d’arte europea Earth Speakr commissionata dal Ministero Federale degli Esteri all’artista tedesco-danese Ólafur Elíasson.


Selezione di progetti in Italia

Parlami d’Europa - Key-Visual in Beige © Groupe Dejour

Storie oltre le generazioni
Parlami d’Europa

L’Europa non è solo un continente o un’idea astratta: è fatta di storie, numerose e personali, vissute da molteplici generazioni. Il progetto Parlami d’Europa si propone di riaccendere in cittadine e cittadini europei di spicco dei ricordi che stimolino l’ascolto e la riflessione.

Logo del progetto Earth Speakr © Ólafur Elíasson

Un’opera d’arte partecipativa europea
Earth Speakr

Earth Speakr è un’opera che l’artista Ólafur Elíasson realizza in collaborazione con il suo studio, bambini, ragazzi, partner creativi, studiosi ed esperti.  Al via dal 1° luglio, prenderà forma nell’arco dell’anno e vedrà la partecipazione di giovani dell’intera UE. 

Il “Muro che scompare” Foto (particolare): © Natalia Cheban

Parole, non muri | Il muro che scompare
Le sfaccettature dell’Europa

L’installazione interattiva Il muro che scompare è stata realizzata assemblando citazioni pervenute dal pubblico, rappresentative delle diverse espressioni della nostra cultura europea. A partire dall’estate 2020, le più belle faranno parte di installazioni che verranno esposte in 10 paesi europei.

NAO 6 © Goethe-Institut

Il robot G.A.I.A. in giro per l’Italia
Generazione A = Algoritmo

Big Data, algoritmi, deep learning, la combinazione di tecnologia dell’informazione e biotecnologia: l’intelligenza artificiale sta cambiando completamente il nostro mondo. Ma come può sostenere una società aperta e democratica?


Tutti i progetti in Europa

#oekoropa: concorso europeo per ragazze/i per viaggiare all’insegna della sostenibilità © Goethe-Institut

#oekoropa
Viaggiare in Europa rispettando il clima

Con il concorso digitale per ragazze/i #oekoropa il Goethe-Institut si propone di dimostrare che viaggiare si può, anche di questi tempi, prima a livello progettuale e poi anche fisicamente. Studentesse e studenti dai 16 ai 19 anni e insegnanti da tutti i Paesi UE sono chiamati a sviluppare un concetto innovativo per viaggiare attraverso l’Europa a impatto climatico neutro.

Europe’s Kitchen | Cucine d’Europa
L’ospitalità come principio guida europeo

Che succede se invitiamo alla nostra tavola qualcuno che non conosciamo? Tra agosto e dicembre, 10 tra artiste e artisti si incontreranno con persone al di fuori del proprio Paese per ripensare l’Europa. Che c’è di meglio di una bella tavolata per iniziare?

Logo del progetto Generazione A=Algorithmus Illustrazione: © Tobias Schrank

Generazione A=Algoritmo
Sul futuro dell’intelligenza artificiale

Big data, algoritmi, deep learning: l’Intelligenza Artificiale, alias AI o IA, cambia la nostra vita e si è insediata ormai da tempo nel nostro quotidiano. Quali potenziali offre l’AI? Come possiamo integrarla in maniera sicura nelle società future? Sono queste le domande alla base del progetto Generazione A=Algoritmo nei suoi vari formati, come ad esempio il ciclo COUCH LESSONS, che ogni mercoledì esplora diversi settori dell’AI.

I progetti UE 2020 del Goethe-Institut beneficiano di finanziamenti straordinari del Ministero Federale degli Affari Esteri nell’ambito del semestre tedesco di Presidenza del Consiglio dell’UE del 2020.
Hellgrünes Logo des Goethe-Instituts auf weißem Grund Logo EU 2020

Oltre a queste iniziative, nell’ambito della Presidenza di turno tedesca nel secondo semestre 2020, il Goethe-Institut realizza anche altri grandi progetti europei, tra i quali il festival di “Freiraum” e un ciclo di conferenze sul plurilinguismo in Europa.

Freiraum © Goethe-Institut

Freiraum
Libertà in Europa

Freiraum è un progetto del Goethe-Institut in Europa in collaborazione con 53 partner del mondo della cultura, delle scienze e della società civile, che fino a marzo 2019 ha visto circa 40 città europee interrogarsi sul concetto di libertà nell’Europa di oggi, sui suoi punti più vulnerabili e su ciò che possiamo fare per potenziarla.

Konferenzserie "Mehrsprachigkeit in Europa" Foto (Ausschnitt): Eric Berghen

Ciclo di conferenze sul plurilinguismo in Europa
Varietà linguistica in Europa

Che ruolo svolge il plurilinguismo in Europa? È questo il tema di un ciclo di conferenze dell’Europanetzwerk Deutsch in occasione del semestre tedesco di Presidenza del Consiglio UE. Si parte con la conferenza dell’8 e 9 novembre a Berlino, per proseguire con iniziative negli altri Paesi del trio di presidenza, Portogallo e Slovenia, nel 2021.

Top