Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Uomo vs macchina

Stiamo vivendo una quarta rivoluzione, un tempo di cambiamenti radicali, in cui i computer sono sempre più in grado di tenere il passo con le specifiche capacità di pensiero dei loro utenti. Con l'impiego dell'Intelligenza Artificiale la nostra società cambierà completamente. 
Attraverso progetti, articoli e interviste ci interroghiamo con spirito critico sul modo in cui l'Intelligenza Artificiale possa sostenere una società aperta e democratica.

NAO 6© Goethe-Institut

Robots in Residence | Il bando

Viviamo in tempi difficili. La pandemia di Covid-19 ha colpito l’intero globo terrestre, cambiando profondamente la nostra quotidianità. Ci rendiamo conto proprio ora di quanto siano importanti per noi la vicinanza e il contatto reale con le altre persone. Ciononostante, e proprio ora, è importante affrontare le questioni che concernono l’intelligenza artificiale. In che modo robot intelligenti possono aiutarci ed essere impiegati a beneficio della società? E quali requisiti devono essere soddisfatti affinché non vengano trascurati aspetti come la sicurezza e l’etica?

Per affrontare queste e altre questioni, stiamo organizzando una serie di attività insieme a molte istituzioni partner in Europa nel biennio 2020/2021. Si parte con una Robots-In-Residence.

Sei un(a) coder o un(’)artista, ti occupi di robotica e di intelligenza artificiale e vivi e lavori nel Lazio o in Lombardia? Il Goethe-Institut in Italia indice a Roma e Milano un bando per due borse di studio per una “Robots in Residence”, nell’ambito del progetto Generazione A=Algoritmo e in occasione della Presidenza tedesca del Consiglio UE nel 2020.

Che cos’è una “Robots in Residence”?

Attualmente non abbiamo la possibilità di realizzare progetti in cui artisti, relatori, esperti, scienziati, programmatori o scrittori viaggino, partecipino a eventi presso le sedi del nostro istituto o completino una residenza. Ecco perché sarà il Robot NAO 6 a venire da noi, a Roma e Milano. 

Cerchiamo un(a) coder o un(’)artista per ciascuna tappa che programmi il nostro robot, dotandolo di nuove competenze. 

La residenza dura tre settimane. I due vincitori del bando, selezionati da una giuria composta da tre esperti, riceveranno una borsa di studio di 1.500 euro ciascuno. 

Date

Roma: dal 10 giugno al 1 luglio 2020
Milano: dal 6 al 26 luglio 2020

Il bando scade il 6 giugno 2020 alle ore 23:59.

Nota: Possono candidarsi anche squadre di coder (di due o più coder), gruppi di artisti o gruppi misti composti da coder e artisti. Il contratto per la borsa di studio, tuttavia, può essere stipulato con una sola persona e la borsa di studio di 1.500 euro, nel caso di squadre o gruppi, può essere versata una sola volta e a una sola persona.

Un’iniziativa del Goethe-Institut nell’ambito del progetto Generazione A=Algoritmo, finanziata con i fondi speciali del Ministero degli Esteri tedesco per la Presidenza tedesca del Consiglio UE 2020, in collaborazione con il RoboticLab della Technischen Hochschule Wildau e il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale A. Roberti (DIAG), Università La Sapienza.

Auswärtiges Amt



 

Il bando si rivolge a giovani programmatori in possesso di laurea, giovani artisti laureati con adeguate conoscenze e competenze nel settore della programmazione, ma anche a gruppi di programmatori e artisti, residenti nel Lazio per la prima sede della residenza, o in Lombardia per la seconda sede della residenza.
Parte integrante della residenza è il Robot NAO 6, che sarà messo a disposizione del candidato selezionato per essere da lui programmato con nuove competenze. Il robot è coperto da un'assicurazione. Un contratto di borsa di studio verrà stipulato con il candidato selezionato. Con l'invio del modulo di richiesta, il richiedente accetta le condizioni di partecipazione.

Come posso partecipare?
Basta compilare il modulo di partecipazione, allegando tutti i file richiesti.

Per partecipare al bando è indispensabile rispettare i seguenti requisiti:
  • Aver compilato il modulo in tutti i suoi campi obbligatori
  • Aver caricato il CV in italiano e in inglese
  • Aver compilato in italiano il campo sulla tua idea di una o più competenze di cui vorresti dotare il robot NAO con la tua programmazione (max 1000 battute)
  • Aver accettato le condizioni di partecipazione
  • Aver inviato il modulo di partecipazione
Una giuria di esperti selezionerà due candidati, che dovranno dotare il robot ciascuno di una nuova competenza. Ciascuno dei due candidati selezionati riceverà una borsa di studio di 1500,00 euro. 
Una giuria italo-tedesca di esperti selezionerà a porte chiuse nei tre giorni successivi alla scadenza del bando i due vincitori. I nomi dei membri della giuria saranno poi pubblicati su questa pagina. 
Le decisioni della giuria sono definitive e incontestabili.
Con l’invio del proprio lavoro, i partecipanti cedono agli organizzatori del concorso i diritti di utilizzazione necessari per lo svolgimento del concorso stesso. I partecipanti acconsentono inoltre alla cessione dei diritti non esclusivi e non commerciali di utilizzo nell’ambito delle attività del Goethe-Institut.

I partecipanti si impegnano a far sì che i contenuti trasmessi non violino le disposizioni in materia penale, il diritto d’autore, il diritto di concorrenza, il diritto di tutela dei minori, il diritto di identificazione né i restanti diritti di proprietà intellettuale e commerciale e della personalità di terzi.

Per prendere parte a questo concorso è necessario acconsentire alle presenti condizioni di partecipazione esplicitando tale consenso nel modulo di partecipazione.
L’organizzazione si riserva la facoltà di perfezionare le condizioni di partecipazione e di modificare il premio oppure annullare o variare in qualsiasi momento il concorso nel caso in cui esso non sia realizzabile secondo le modalità previste.
Il Goethe-Institut rispetterà le disposizioni di legge in materia di protezione dei dati personali. Ai sensi di quanto previsto, il partecipante autorizza il Goethe-Institut ad archiviare, trattare e comunicare i dati forniti al momento della partecipazione al concorso, unicamente per scopi attinenti allo svolgimento del medesimo. Per nessun altro motivo i dati forniti saranno trasmessi o ceduti a terzi.

Ogni partecipante è libero di richiedere in qualsiasi momento informazioni su quali dati personali siano stati archiviati dal Goethe-Institut. Ogni partecipante può decidere in qualsiasi momento di ritirare il proprio consenso all’archiviazione dei dati, rinunciando a partecipare al concorso. Tali comunicazioni dovranno essere inviate all’indirizzo claudia.giusto@goethe.de specificando nell’oggetto “Robots in Residence”.

Top