Accesso rapido:

Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Sedici parole (Sechzehn Wörter)
Nava Ebrahimi

Libera Picchianti legge Nava Ebrahimi
da sin a ds: copertina del libro, Foto: © Keller editore; Libera Picchianti, Foto: © Goethe-Institut Italien/Carmen Hof

Questo #Lesetipp è di Libera Picchianti
Sede centrale per le certificazioni in Italia al Goethe-Institut Rom

Keller editore 2020, traduzione di Angela Lorenzini

“Dopo la morte della nonna, Mona decide di tornare in Iran per un ultimo saluto. Il Paese che trova è una terra ormai inafferrabile, in parte sconosciuta, da lasciare in fretta per tornare alla solita vita di Colonia con il lavoro da ghostwriter e le serate nei club musicali. Ma l’incontro con un vecchio amore e un viaggio a Bam – l’antica città che dopo un disastroso terremoto è solo il fantasma di ciò che era un tempo – cambia ogni cosa. Quella visita si trasforma in un confronto inatteso con le proprie origini e la storia di famiglia, con segreti di cui è sempre stata all’oscuro. Attraverso sedici parole, una per ogni capitolo del romanzo, Nava Ebrahimi ci conduce in un viaggio magico e poetico nel cuore di un Paese pieno di silenzi ed enigmi. Si muove tra infanzia ed età adulta, racconta un mondo di donne forti, misericordiose e talvolta crudeli, di uomini e sogni, di sconfitte e dignità, di fughe e amori nascosti.

Sedici parole è stato premiato come Migliore debutto dell’anno in Austria e ci regala una voce nuova, sensibile e acuta della letteratura che si muove tra culture diverse” (tratto dalla quarta di copertina del libro, © Keller editore)

<<< Torna a Quarta di copertina

Top