Mangoes grow in winter
Benedetta Valabrega / Claudia Mastroroberto

Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto © Benedetta Valabrega

Mangoes grow in winter

SINOSSI

Balde ha diciannove anni, viene dal Senegal, è un fulani e vive Palermo. A volte chiama la sua famiglia con carte telefoniche internazionali. Al telefono Balde segue i racconti sulla vita dei fratelli e dei nipoti, la loro routine quotidiana e tutto ciò che fa parte di questo mondo così diverso e lontano, ma pieno di affetto e supporto.

Il telefono è il ponte tra la sua vita di tutti i giorni e questo irraggiungibile universo in cui vive la sua famiglia. Tuttavia, fare queste telefonate non è così semplice perché spesso non c’è la linea e il credito finisce rapidamente.
 
  • Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto © Benedetta Valabrega
    Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto
  • Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto © Benedetta Valabrega
    Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto
  • Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto © Benedetta Valabrega
    Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto
  • Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto © Benedetta Valabrega
    Mangoes grow in winter – Un film di Benedetta Valabrega e Claudia Mastroroberto

Dati tecnici

Regia: Benedetta Valabrega, Claudia Mastroroberto | Fotografia: Benedetta Valabrega | Montaggio: Benedetta Valabrega, Claudia Mastroroberto | Mix audio: Cristiano Nasta | Produzione: Goethe-Institut /  C.S.C. | Con: Moutarou Balde

Durata: 5’30’’ | Camera: Sony alpha7s | Formato: 1:1.85

Sul film

Le autrici hanno deciso di partecipare a questo progetto sulla migrazione perché anche loro vivono lontano da casa, ma conservano ancora nella vita quotidiana un forte legame con le famiglie e le loro città di provenienza.

Per questa ragione hanno deciso di raccontare la storia di una telefonata tra un giovane ragazzo senegalese che vive a Palermo e sua madre e sua sorella che non hanno mai lasciato il loro villaggio in Africa.