Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

“Western”, il film
L’incontro con l’altro

Come in un classico film western, l’operario Meinhard impara a cavalcare un cavallo selvaggio.
Come in un classico film western, l’operario Meinhard impara a cavalcare un cavallo selvaggio. | © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM

Moderno film western ambientato nell’Europa dell’Est, “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che, alle prese con la costruzione di una centrale idroelettrica in Bulgaria, entra in contatto con gli abitanti del paese limitrofo. Fare conoscenza, però, non è sempre facile, per usare un eufemismo.

Un genere caduto già quasi nell’oblio usato per narrare un argomento di grande attualità: Western, terzo lungometraggio della regista tedesca Valeska Grisebach, è proprio questo, un film western. Fin dalla sua première al Festival di Cannes del 2017 i critici lo hanno elogiato, sicuramente anche perché quell’anno i temi della migrazione e della xenofobia dominavano il dibattito politico europeo.
In Western Grisebach descrive il modo in cui degli uomini provenienti da due paesi europei si avvicinino, nonostante tutte le differenze culturali e le barriere linguistiche, e anche come, per lo meno alcuni di loro, si leghino in un’amicizia. 

“un fascino unico e intimo”

“Il genere western con il quale sono cresciuta negli anni Settanta nella Berlino Ovest, esercita ancora oggi su di me un fascino unico e intimo”, racconta Grisebach. Per il suo primo film western ha scelto anche lo stesso sfondo davanti al quale già negli anni Sessanta si giurarono fratellanza Pierre Brice e Lex Barker, nelle vesti rispettivamente di Winnetou e Old Shatterhand. Molti degli adattamenti cinematografici dei romanzi più amati in Germania di Karl May non furono infatti girati negli Stati Uniti, ma nei Balcani.

Al contrario del suo modello, tuttavia, la storia di Western non si svolge in America, ma proprio qui: nella provincia bulgara. Un gruppo di lavoratori tedeschi in un cantiere all’estero devono costruire una centrale idroelettrica sul corso di un fiume. Sullo sfondo di un vasto panorama, Grisebach ritrae un gruppo di uomini ai quali si rivela un regione sconosciuta: la Bulgaria per questi lavoratori è una sorta di wild west, un luogo lontano da tutte le regole conosciute e dai vincoli civilizzatori.

 
Anche a livello drammaturgico Grisebach si rifà alla tradizione del classico film western, facendo ricoprire i ruoli dei protagonisti da due uomini rivali. Da un lato c’è Meinhard, un uomo riguardoso e affascinante, l’unico tra i tedeschi in trasferta che cerca il contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo. E poi c’è Vincent, che si comporta in modo sessista e brutale e mostra poco interesse nei riguardi della popolazione locale. Meinhard viene ritratto come un cowboy solitario, un tranquillo outsider che dichiara fin dall’inizio: “Sono qui per guadagnare denaro.” Tuttavia ben presto diventa chiaro che in realtà egli cerchi nell’altro ben di più: patria, appartenenza, una nuova identità culturale.
 
Il film inizia come uno studio dei personaggi e del contesto, che mostra le dinamiche interne a questo gruppo di uomini: il pavoneggiarsi davanti alle donne, il machismo ritualizzato, le conversazioni grezze, ma anche i momenti di amicizia e di solidarietà davanti al fuoco. Ciò che rende queste situazioni così particolari è il fatto che il gruppo è interpretato da attori amatoriali, da operai “veri”, che la regista Grisebach ha in parte avvicinato per strada. L’interprete principale Meinhard Neumann, ad esempio, lo ha scoperto a una fiera di cavalli a Havelberg nei pressi di Berlino: “È stato come vedere improvvisamente nella realtà un’icona cinematografica, come se fosse uscito da un film western degli anni Trenta o Quaranta per entrare ora nel mio film.” Altri attori, come Reinhardt Wetrek, il ponteggiatore che interpreta Vincent, lo ha trovato attraverso un casting. Il fatto che gli attori inoltre parlino ciascuno nel proprio dialetto, conferisce ovviamente maggiore naturalezza ai dialoghi elaborati.

  • Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria.
  • Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo.
  • Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo.
  • Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale.
  • Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria.
  • Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta.
  • Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria.
  • Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo.
  • Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo.
  • Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale.
  • Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria.
  • Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta.
  • Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria.
  • Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo.
  • Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo.
  • Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale.
  • Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria.
  • Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta.
  • Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria.
  • Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo.
  • Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo.
  • Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale.
  • Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria.
  • Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta.
  • Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Il film “Western” racconta la storia di un gruppo di operai tedeschi che sta costruendo una centrale idroelettrica in Bulgaria.
  • Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Questi operai sembrano vedere la Bulgaria come una sorta di wild west: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo.
  • Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard (Meinhard Neumann), l’operaio riguardoso e affascinante, è l’unico tra i tedeschi che si sono trasferiti a cercare un contatto con gli abitanti bulgari del paese limitrofo.
  • Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard fa amicizia con Adrian (Syuleyman Alilov Letifov), un pezzo grosso del paese. E sebbene i due sembrino spesso parlare ciascuno per conto proprio, riescono comunque a comprendersi a un livello più emozionale.
  • Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Come ambientazione del suo primo film western la regista Valeska Grisebach ha scelto un paesino in Bulgaria.
  • Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta. © 2017 Komplizen Film, Chouchkov Brothers, coop99, KNM
    Meinhard è un eroe? Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro resta nel film “Western” una questione aperta.

il pubblico tra i due mondi

Man mano il film mostra i primi incontri tra tedeschi e bulgari. Dato che i problemi logistici ritardano continuamente i lavori, la costruzione della centrale idrica avanza solo lentamente, permettendo quindi agli uomini di avere tempo a disposizione per esplorare i dintorni. I contatti con gli abitanti del paese limitrofo non sempre, però, si delineano in modo semplice, per usare un eufemismo, e ciò è dovuto anche al comportamento dei forestieri: alzano la bandiera tedesca sul loro accampamento e abbordano le donne del paese con fare aggressivo.

La comunicazione fallisce soprattutto a causa delle barriere linguistiche: sia gli operai sia gli abitanti del paese parlano la loro lingua madre, mentre l’inglese è conosciuto per lo più solo in modo rudimentale. I dialoghi, privi di doppiaggio, lasciano affiorare in maniera evidente i malintesi che si creano. Grisebach colloca il pubblico cinematografico tra i due mondi: grazie ai sottotitoli gli spettatori comprendono costantemente entrambe le parti della conversazione.

Il film, però, mostra anche dove la comunicazione può funzionare nonostante le barriere linguistiche e culturali: Meinhard ben presto fa amicizia con Adrian, un pezzo grosso del paese. Anche loro spesso sembrano parlare ciascuno per conto proprio, ma si comprendono a un altro livello, più emozionale. In una scena molto toccante Meinhard racconta la perdita traumatica di suo fratello e, sebbene Adrian non parli una parola di tedesco, capisce immediatamente che Meinhard sta raccontando qualcosa di triste.
 
Quale sia l’approccio giusto nei rapporti con l’altro, rimane nel film “Western” una questione aperta: non c’è una netta divisione tra buoni e cattivi così come la si conosce dai classici film western e di conseguenza anche nessun vincitore e nessun perdente. Il film non dà alcuna risposta universalmente valida, offrendo però molti spunti di riflessione: si tratta di un film che esplora e indaga, mettendo in scena le sfide del nostro tempo e cercando di scoprire come dominarle.

valeska grisebach

Regista e docente presso la Deutsche Film- und Fernsehakademie di Berlino, Valeska Grisebach, nata nel 1968 a Brema, oggi vive e lavora a Berlino. Dopo gli studi in filosofia e germanistica, nel 1993 si è iscritta alla Wiener Filmakademie. Già con il suo film realizzato come tesi Mein Stern (trad.lett. La mia stella, 2001) aveva vinto numerosi premi, così come con il suo secondo lungometraggio Sehnsucht (trad.lett. Desiderio), presentato nel 2006 alla Berlinale. Western è il suo terzo lavoro, rappresentato per la prima volta al Festival di Cannes.

Top