Accesso rapido:
Vai direttamente al contenuto (alt 1)Vai direttamente al secondo livello di navigazione (alt 3)Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Estate in Germania
“Le persone devono saper riconoscere un’erba aromatica”

Voglia di qualcosa di rinfrescante? Heidi Knappe con il punch di asperula fatto in casa.
Voglia di qualcosa di rinfrescante? Heidi Knappe con il punch di asperula fatto in casa. | Foto (dettaglio): © Ula Brunner

L’estate è un periodo di intensa attività nell’idilliaco giardino di erbe aromatiche di Heidi Knappe: si procede alla raccolta, si cucina e ci si meraviglia. Chi avrebbe pensato che ci fosse tanto da scoprire su piantaggine, asperula & co.?
 

Di Ula Brunner

Curry in piccole pentole di terracotta, denti di leone nel prato, girardina silvestre nelle aiuole e profumo di asperula: chi entra nel giardino di Heidi Knappe si ritrova nel bel mezzo di un paradiso di erbe aromatiche. “La girardina silvestre in realtà viene combattuta come erbaccia, ma è di aiuto in molte malattie e ha anche un odore meraviglioso. Tutti si stupiscono sempre quando glielo spiego.”

Da dieci anni Heidi Knappe, classe 1966, trasferisce il suo sapere sugli effetti delle erbe aromatiche a chi è interessato. Nei suoi corsi si raccoglie, si mescola e si impara insieme. Che si intenda mettere in piedi una farmacia domestica con tinture e unguenti, marinate o cosmetici, “Si tratta sempre di capire cosa cresce da noi e cosa puoi usare. Le persone devono prendere in mano le piante e saper riconoscere un’erba aromatica.”

Tutto sulle erbe. Tutto sulle erbe. | Foto (dettaglio): © Ula Brunner

Sette persone hanno partecipato al corso di questo sabato nel suo grande giardino a Schwielowsee vicino Potsdam, alcune anche per la seconda volta. Spiedini di zucchine, focacce di erbe fatte in casa e patate cuociono a fuoco lento sulla fiamma. Il motto è “Uomini e donne alla griglia”. Già di mattina, dopo una breve parte teorica, il gruppo si è messo insieme in cammino per raccogliere salvia, dragoncello, l’irrinunciabile girardina silvestre e perfino margheritine. E Knappe spiega come da essi si ricavino marinate, salse di erbe aromatiche, insalate e pesto per fare una grigliata insieme. 

Spiedini di verdure marinati sulla griglia. Spiedini di verdure marinati sulla griglia. | Foto (dettaglio): © Ula Brunner

Già all’epoca in cui lavorava come cuoca, era interessata alla frutta selvatica e alle erbe aromatiche. Elemento determinante affinché nascesse in lei l’idea di trasformare questa passione in un lavoro è stato alla fine Konstantin, il figlio diversamente abile: “È cieco, ma reagisce in modo molto forte agli odori. Per questo ho voluto lavorare con gli aromi.” La “Kräuter-Heidi” (l’erborista Heidi), questo il suo marchio, offre tutto ciò che riguarda le erbe aromatiche: dall’aceto di erbe selvatiche passando per lo sciroppo di girardina silvestre fino alla salsa di erbe aromatiche. Suo marito la aiuta nella vendita ai mercati di Potsdam o di Berlino. Si tratta a tutti gli effetti di una ditta a conduzione familiare, racconta: “Insieme a mia figlia e a mio marito di sera in cucina riempivamo ed etichettavamo le bottiglie e i bicchieri, tutto parallelamente al nostro lavoro. Così abbiamo iniziato.”

Anche i meloni si possono grigliare. Anche i meloni si possono grigliare. | Foto (dettaglio): © Ula Brunner

Ormai tiene i suoi corsi sulle erbe aromatiche durante tutto l’anno con argomenti che cambiano a seconda della stagione: d’inverno come fare la pasta al curry, amalgamare romice e cerfoglio per realizzare una salsa verde ad aprile. In estate ci si dedica alla marinatura e alle grigliate.

Buffet in campagna: insalata con erbe raccolte da sé. Buffet in campagna: insalata con erbe raccolte da sé. | Foto (dettaglio): © Ula Brunner

A Heidi Knappe piace il suo ruolo di padrona di casa. Eppure chi la osserva mentre cammina attraverso il giardino, prepara il punch e al contempo trasmette il suo sapere sulle erbe, si chiede se questa donna trovi mai un momento di riposo. C’è una pila di libri che attende di essere letta, ammette, ma le sera è troppo stanca per farlo. “Sono giornate impegnative, devo occuparmi del giardino, della casa e di mio figlio. Ma quando la tavola è piena e le persone sono soddisfatte, farlo per me è un piacere.”

Top