Architettura moderna © Foto (particolare): © martinbrombacher.de Architettura moderna Foto (particolare): © martinbrombacher.de

Da vedere! Quali spazi servono per le attività culturali?

Poli d’attrazione turistica, edifici spettacolari e navi ammiraglie per l’arte e per la cultura: nel 2017 l’inaugurazione della nuova Filarmonica di Amburgo e il XX anniversario del museo Guggenheim di Bilbao hanno messo in risalto una tendenza internazionale, cioè la valorizzazione della cultura attraverso un’architettura spettacolare. Nel decennio passato, parallelamente all’“Elphi” – diminutivo dato dagli amburghesi alla Elbphilharmonie, la loro nuova Filarmonica – in tutta la Germania sono stati costruiti edifici culturali d’eccellenza, spesso con l’intenzione di promuovere al contempo lo sviluppo di una città o di una regione. A conti fatti, con quale efficacia? Quali spazi servono oggi per la cultura? Goethe.de affronta la questione con un’intervista illustrata, approfondimenti, grafiche, un sondaggio video e infine il contributo dei lettori.

PER FILO E PER SEGNO: L’ELPHI RAPPRESENTA LA NUOVA AMBURGO?

Fin dalla sua inaugurazione nel mese di gennaio 2017 la Elbphilharmonie è stata proclamata il nuovo emblema della città anseatica ma ha anche sollevato molte critiche. Fin dove si irradia la sua spettacolarità e che cosa ne pensano gli amburghesi?

Elbphilharmonie Foto (particolare): © Thies Rätzke

Sondaggio video
COSA PENSANO DAVVERO GLI AMBURGHESI DELL’ELPHI?

Alcuni sono ammaliati dalla sua architettura, altri a causa sua litigano in famiglia. Ci siamo documentati per analizzare il rapporto degli amburghesi con la loro nuova Filarmonica, e c’è da stupirsi.

LO SPETTACOLO ARCHITETTONICO: LA CULTURA IMMERSA NELLO SPLENDLORE

Bella, spettacolare e cara: l’architettura per le attività culturali diventa sempre più dispendiosa e questo sviluppo si palesa dappertutto nel mondo. Perché è così e che cosa emanano questi nuovi edifici?

GLI INCENTIVI ALLA CULTURA: CHI RICEVE COSA, DA CHI E PERCHÉ?

Nessun paese vanta pro capite un numero altrettanto incisivo di teatri, musei e sale da concerto come la Germania e ciò dipende anche dal singolare sistema di ripartizione degli incentivi.

I DESIDERI DEI NOSTRI LETTORI: #DREAMINGARCHITECTURE

Nell’ambito di #dreamingarchitecture invitiamo i nostri lettori a esprimere nelle immagini i loro sogni e le idee su ciò che ruota intorno agli edifici per la cultura.

  © Photo: Screenshot Feed © Goethe-Institut  Photo: Screenshot Feed © Goethe-Institut

Top