K wie Klima
Gira il tuo video

Riforestazione per i viaggi aerei: che cosa ottengono i progetti di compensazione della CO₂? Foto (particolare): © Adobe

In che modo i giovani sperimentano il cambiamento climatico nel contesto in cui vivono? Cosa è cambiato intorno a loro? Come spiegare i nuovi fenomeni?

Per il progetto MINT/STEM “K wie Klima” alunni e alunne delle scuole superiori di II grado hanno preso in esame quei fenomeni naturali del loro territorio che paiono in stretta relazione con il cambiamento climatico. Hanno condotto ricerche, interviste a genitori e nonni, acquisendo informazioni e dando visibilità dei cambiamenti, del contesto naturale in cui si manifestano e delle interconnessioni. Il risultato finale è stato presentato in un breve video esplicativo in lingua tedesca.

Il progetto è stato condotto dai due Science-YouTuber tedeschi "LekkerWissen" (www.lekkerwissen.de) di Colonia, e dall'esperta di dizione e pronuncia Stefanie Gebhardt di Berlino. Hanno preso parte al concorso 40 scuole da tutta Italia e abbiamo ricevuto 60 produzioni video. 

Le squadre vincitrici di questo progetto di sostenibilità STEM/MINT si sono assicurate un posto nelle quattro rispettive categorie di concorso: MINT auf Deutsch - STEM in tedesco; MINT @Home - STEM @Home; Die beste MINT-Erklärung - la migliore spiegazione STEM, MI(N)T-einander - STEM insieme. La giuria che ha selezionato i video era composta da: Tobias Bargmann von MyGermanUniversity; Max Gruenig von POCACITO und Arne Klauke vom zdi.NRW.

MINT auf Deutsch - i video che si sono distinti per un particolare uso della lingua tedesca:

  • „Der leckere Nebel“, classe III di Marialuisa Brambilla, Liceo Copernico di Brescia (La nebbia buonissima)
  • „Küstenerosion in Kalabrien“, classe IIIA di Ursula Mader, Liceo Campanella di Lamezia Terme (Erosione delle coste in Calabria)
  • Weinreben immer höher hinaus“, classe III di Cristina Menghini Zuech, Liceo Galilei di Trento (I vigneti sempre più in alto).

MINT@Home - i migliori video sviluppati in condizioni di lockdown:
  • „Die Bienen und der Klimawandel“, classe III di Roberta Bergamaschi, Liceo Arriosto di Ferrara (Le api e il cambiamento climatico)
  • „Gletscher Monte Canin“, classe IIICL di Alina Oancea, Liceo Slataper di Gorizia (Ghiacciao Monte Canin)
  • Küstenerosion in Kalabrien“, classe IIIA di Ursula Mader, Liceo Campanella di Lamezia Terme (Erosione delle coste in Calabria).
Beste MINT-Erklärung - i video con la migliore spiegazione di un fenomeno scientifico:
  • „Jugendliche wild und frei“, classe III di Grazia Maurici, Liceo „Cartesio“ di Triggiano (Adolescenti liberi e selvaggi)
  • „Der saure Regen“, classe IIICT di Alessia Gnata, Liceo Zanella di Schio (La pioggia acida)
  • Mamorforelle im Isonzo“, classe IIICL di Alina Ocanea, Liceo Slataper di Gorizia (Trota marmorata nell'Isonzo). 

MI(N)T-einander - i video con una veste grafica particolare e una bella realizzazione di squadra:
  • „Keinen Planet B - Weinanbau“, classe III di Marta Casetta, Collegio Brandolini Rota di Oderzo (Piccolo pianeta B - viticoltura)
  • „Mamorforelle im Isonzo“, classe IIICL di Alina Ocanea, Liceo Slataper di Gorizia  (Trota marmorata nell'Isonzo)
  • Der leckere Nebel“, classe III di Marialuisa Brambilla, Liceo Copernico di Brescia (La nebbia buonissima). 
Ringraziamo tutti i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato, per le loro ricerche approfondite sul cambiamento climatico del territorio e la resa creativa in video esplicativi. Un ottimo esempio di come una buona comunicazione scientifica possa contribuire a renderci consapevoli, attenti e sostenibili!