Hollywood è lontana

Hollywood è lontana – Logo animato © Goethe-Institut Italien / Grafica: eoodesign.it Hollywood è lontana  

Film, storie e protagonisti sotto il cielo europeo

Si dice che la Hollywood classica sia stata inventata dagli europei, ma il cinema del vecchio continente e quello del nuovo sembrano ora più distanti che mai. Raccontare la realtà nelle sue tante sfaccettature e senza ipocrisie resta la forza del cinema europeo di oggi, al centro della rassegna Hollywood è lontana – Film, storie e protagonisti sotto il cielo europeo.

Attraverso 23 titoli imperdibili si compone l’affresco di un’epoca di incertezza ma anche di grandi opportunità, in cui i temi chiave dell’immigrazione e della società multietnica sono spesso affrontati proprio da registi tedeschi di origine straniera, come testimoniano per esempio l’intenso Wir sind jung. Wir sind stark. o due gustose commedie in salsa turca e montenegrina, 300 Worte Deutsch e Sascha. Il melting pot urbano si svela poi in tutte le sue contraddizioni in Frankfurt Coincidences e nella Berlino di Ummah – Unter Freunden e Weil ich schöner bin, mentre i viaggi della speranza di un surfista marocchino in Atlantic. o del giovane Arben in Der Albaner, ci ricordano gli aspetti più duri della vita dei migranti. Lo stesso vale per il sensazionale documentario Lampedusa im Winter, ma anche in fondo per le odissee burocratiche di Land in Sicht, finché le attese si ribaltano nel geniale Adopted, in cui degli adulti europei sperano di essere adottati dalle famiglie africane. È l’Europa stessa, infatti, a essere in crisi d’identità: lo sanno bene greci e tedeschi, rivali e poi amici in Highway To Hellas, la fundraiser fallita di Das Wetter in geschlossenen Räumen o gli stupefatti spettatori di un Hitler redivivo nel film caso Er ist wieder da. Insomma, se Hollywood è lontana, c’è comunque da sperare che l'Europa resti vicina, agli europei di oggi, di ieri e di domani.