Mostra Anne Imhof: Sex

Eliza Douglas in rehearsal for Anne Imhof, SEX, 2019 | Tate Modern, London © Photography: Nadine Fraczkowski Courtesy the artist and Galerie Buchholz, Berlin/Cologne/New York

lun, 01.02.2021 -
dom, 07.11.2021

Museo Castello di Rivoli

Piazzale Mafalda di Savoia
Rivoli (TO)

Nell’ambito della prima parte di un progetto biennale che indaga forme espressioniste di arte, e in anticipazione della mostra collettiva Espressioni Parte II che si svolgerà nell’autunno 2021, al Castello di Rivoli la mostra dedicata ad Anne Imhof, artista premiata con il Leone d’oro per il padiglione della Germania alla Biennale di Venezia del 2017.

La mostra di Anne Imhof apre al pubblico con una performance appositamente concepita dall’artista per lo spazio della Manica Lunga e comprende installazioni, dipinti e sculture. Attraverso le sue performance Imhof crea uno spazio espositivo capace di provocare nello spettatore un senso di alienazione e distacco. Le opere dell’artista indagano il concetto di identità nell’era digitale e le possibilità del guardare e dell’essere guardati, dell’esibirsi e dell’essere esibiti. Questa prima parte di Espressioni consiste nel dialogo tra le opere di Anne Imhof e un nucleo selezionato di capolavori storici. Espressioni indaga le fratture estetiche che ricorrono nella storia dell’arte e che spesso accompagnano a livello culturale sia momenti di grande innovazione scientifica e tecnologica sia le crisi legate a queste rivoluzioni. L’epoca contemporanea è caratterizzata dalla rivoluzione digitale, del machine learning e dell’Intelligenza Artificiale. Di fronte a questi cambiamenti, emergono linguaggi riconducibili all’espressionismo come forme di scetticismo o di soggettività estrema.

Anne Imhof, nata a Gießen nel 1978, vive e lavora tra Berlino e New York. Dal 2012 le sue opere artistiche, scultoree e le sue performance sono state esposte in importanti gallerie e musei a livello internazionale, tra cui Art Institute of Chicago, Tate Modern di Londra e il MoMa di New York. Nel 2017 l’artista ha rappresentato la Germania nel corso della Biennale di Venezia e ha ricevuto il Leone d’oro per la Migliore partecipazione nazionale.
 

Indietro