Mostra Incompiuto: La nascita di uno Stile

Pontile ex-Sir, Lamezia Terme, Catanzaro Foto: Alterazioni Video

mer, 13.06.2018 -
gio, 20.09.2018

Palermo

Pontile ex-Sir, Lamezia Terme, Catanzaro

Alterazioni Video per Manifesta 12 Palermo e Palermo 2018 - Capitale Italiana della Cultura

Una mostra e un libro raccontano il più importante stile architettonico italiano degli ultimi 50 anni

Sedi e orari
Edicola al Quinto Canto, Quattro Canti, Palermo, 14-24 giugno, dalle 11.00 alle 18.00

Ex Chiesa di S. Mattia ai Crociferi, Via Torremuzza, 28, 90133 Palermo: 12, 13, 15, 17, 19, 20, 24 giugno, dalle 15.00 alle 20.00

Centro Internazionale di Fotografia di Palermo, diretto da Letizia Battaglia, Cantieri Culturali alla Zisa, Via Paolo Gili, 4, 90138 Palermo, 13 giugno – 20 settembre, tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 9.30 alle 18.30
 
Mostra
Alterazioni Video. Incompiuto: La nascita di uno Stile
a cura di Davide Giannella

14 giugno 2018, ore 12 – anteprima
Centro città
 
15 giugno 2018, ore 18 – opening ex Chiesa di S. Mattia ai Crociferi, Via Torremuzza, 28, 90133 Palermo: la mostra sarà visitabile fino all’24 giugno 2018

17 giugno 2018, ore 12 – brunch e visita guidata, Centro Internazionale di Fotografia di Palermo diretto da Letizia Battaglia, Cantieri Culturali della Zisa, Via Paolo Gili, 4, 90138 Palermo: la mostra sarà visitabile dal 13 giugno fino al 20 settembre 2018

Pubblicazione
Incompiuto: La nascita di uno Stile
a cura di Alterazioni Video e Fosbury Architecture
Humboldt Books

Workshop
A cura di Fosbury Architecture insieme ad Alterazioni Video
18 - 24 giugno 2018
per informazioni e iscrizioni: incompiutosiciliano@gmail.com
 
Incompiuto: La nascita di uno Stile è la prima indagine sul più importante stile architettonico italiano degli ultimi 50 anni. Attraverso un’estesa documentazione, raccolta da Alterazioni Video in 10 anni di ricerca e di interventi sul campo, racconta la prospettiva attraverso la quale rileggere il nostro paesaggio contemporaneo, con 750 opere documentate su tutto il territorio italiano, di cui 250 in Sicilia.
Il progetto sarà presentato a Palermo, tra gli eventi collaterali di Manifesta 12, e avrà un punto informativo nel centro storico, in cui, a partire dal 14 giugno, conoscere il percorso espositivo nella città, oltre a ricevere indicazioni per compiere dei tour alla scoperta delle bellezze dell’Incompiuto nella Regione.
Sarà inoltre il luogo per la presentazione e distribuzione del libro Incompiuto: La nascita di uno Stile, a cura di Alterazioni Video e Fosbury Architecture, edito da Humboldt Books, con i contributi di Marc Augé, Marco Biraghi, Filippo Minelli e Davide Giannella, Wu Ming, Leoluca Orlando, Antonio Ricci, Salvatore Settis, Robert Storr e Paul Virilio.

Il percorso espositivo, a cura di Davide Giannella, presenta un’installazione video presso l’ex Chiesa di S. Mattia ai Crociferi, con un film inedito girato nei luoghi dell’Incompiuto che vede come protagonista il grande artista tedesco e pioniere della net.art Wolfgang Staehle e altre personalità coinvolte nel progetto, tra cui Robert Storr, e una mostra presso il Centro Internazionale di Fotografia di Palermo diretto da Letizia Battaglia, con l’intero Atlante fotografico delle opere incompiute.
 
L’intento è di fornire gli strumenti per conoscere un fenomeno che caratterizza il paesaggio italiano contemporaneo e rappresenta una prospettiva dalla quale leggere la storia recente del nostro Paese. Un periodo storico che, dalla fine del secondo dopoguerra a oggi, ha visto lo sviluppo e l’infrastrutturazione della penisola coincidere con il diffondersi delle opere pubbliche incompiute su tutto il territorio nazionale.
Quasi un migliaio di opere in tutta Italia, finanziate con soldi pubblici e rimaste interrotte per i più svariati motivi (errori progettuali, bancarotta, valutazioni economiche inaccurate, drenaggio di fondi) rappresentano un patrimonio culturale e artistico utile a una comprensione più ampia dei rapporti tra il territorio e coloro che lo abitano. Un dato che ci mette oggi nelle condizioni di interrogarci sulle dinamiche del progresso, i suoi limiti e fallimenti. Il fenomeno delle opere pubbliche incompiute, nella sua estensione e nell’ampiezza dei campi di ricerca che intercetta, ci consente di riflettere sulla compresenza di differenti linguaggi, sull’intrecciarsi di grammatica e retorica, sulla costruzione di un immaginario condiviso, sul rapporto tra ideologia e politica.
 
Attraverso la definizione di un Atlante Tipologico e la compilazione del Catalogo Nazionale delle Opere Incompiute, il libro Incompiuto: La nascita di uno Stile, edito da Humboldt Books, accompagna il lettore in un nuovo “Viaggio in Italia”, un “Grand Tour” tra le rovine della contemporaneità. Un insieme di 160 immagini, mappe, dati e approfondimenti che definiscono la natura di questi manufatti: la loro storia, fenomenologia ed estetica. Il volume traccia diversi percorsi di lettura all’interno della storia e della cultura dell’architettura pubblica in Italia e offre per la prima volta la possibilità di un’ampia discussione sul tema.
 
La pubblicazione, realizzata come la mostra grazie alla prima edizione del bando Italian Council 2017, è stata inizialmente supportata da una campagna di raccolta fondi tramite l’Art Basel Crowdfunding Initiative / Kickstarter che ha consentito l’avvio di un tour fotografico in giro per l'Italia da cui sono scaturite oltre 270 immagini.
Il progetto è stato reso possibile anche grazie al contributo del Goethe-Institut e della Casa della Architettura - Acquario di Roma e al supporto di Dispari & Dispari.

Incompiuto: La nascita di uno Stile è parte degli eventi collaterali di Manifesta 12 Palermo e di Palermo 2018 - Capitale Italiana della Cultura.

Accompagna il progetto anche un laboratorio di progettazione e visione dedicato alle opere incompiute in Italia, organizzato da Fosbury Architecture insieme ad Alterazioni Video della durata di una settimana (18 – 24 giugno, Cantieri Culturali alla Zisa).
 
Alterazioni Video è un collettivo di 5 artisti fondato a Milano nel 2004 con base a New York, Berlino e Milano. Il loro lavoro è stato esibito internazionalmente in musei e istituzioni dell’arte, quali, tra le altre, 52 Biennale di Venezia, Manifesta 7, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino e il Museo Hamburger Bahnhof di Berlino.
In occasione della 52 Biennale di Venezia, curata da Robert Storr, il collettivo ha esibito Painting (16:9 video colour HD, 16’ 33”, 2007), un lavoro che documenta lo stratificarsi continuo di scritte e cancellazioni lungo le mura esterne del carcere di San Vittore a Milano.
Sono conosciuti per Incompiuto Siciliano, un progetto di rilettura del paesaggio italiano e dell’architettura incompiuta esposto anche alla 12 Biennale di Architettura di Venezia 2010 e al Museo MAXXI di Roma. Si tratta di un progetto in progress, iniziato nel 2006, un vero e proprio censimento che definisce l’esistenza di un nuovo stile, un’indagine sulle rovine della contemporaneità.
Negli ultimi 5 anni il collettivo ha prodotto 10 film, raccolti sotto il nome di Turbo Film ed esposti in festival del cinema e spazi dell’arte, tra i quali Performa New York, Milano Film Festival, Art Basel Miami, PAC di Milano. La Fondazione Cineteca Italiana di Milano nel 2016 ha dedicato al collettivo una retrospettiva e una pubblicazione.
www.alterazionivideo.com
 
Fosbury Architecture è un collettivo di ricerca e progettazione architettonica fondato nel 2013, con sede a Milano e Rotterdam. Fosbury Architecture è stato premiato in diversi concorsi internazionali, tra i quali Europan13/Leeuwarden, Museo Scienze Naturali/Torino, YAC/Bologna e Recycling Socialism/Tallinn Biennale.
Fosbury Architecture ha partecipato alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2016 e alle seguenti mostre: Re-Constructivist Architecture alla Ierimonti Gallery di New York e Re-Drawing the Theory\Re-Drawing the House a Milano come parte della 57a edizione del Premio Internazionale Bugatti-Segantini. Il collettivo ha di recente partecipato alla Biennale di Chicago 2017, Make New History.
www.fosburyarchitecture.com
 
Con il contributo di:
Italian Council - Progetto vincitore della I edizione del bando
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urban
Goethe-Institut

Indietro