Accesso rapido:

Vai direttamente al contenuto (alt 1) Vai direttamente al primo livello di navigazione (alt 2)

Saša Stanišić
Origini

Origini è un libro sulla prima coincidenza nella nostra biografia: nascere da qualche parte. E cosa viene dopo.

Copertina del libro "Origini" di Saša Stanišić Foto: © Keller editore Origini è un libro sulla mia patria, la memoria e l'invenzione. Un libro sulla lingua, il lavoro nero, la staffetta giovanile e tante estati. L'estate in cui mio nonno ha pestato così tanto il piede di mia nonna mentre ballava che quasi quasi non sarei nato. L'estate in cui sono quasi annegato. L'estate in cui il governo federale non ha chiuso i confini e che è stata simile all'estate in cui sono fuggito attraverso molti confini in Germania.

Origini è un addio a mia nonna malata di demenza. Mentre raccolgo ricordi, lei perde i suoi. Origini è triste, perché per me l'origine ha a che fare con qualcosa che non è più disponibile.

I morti e i serpenti parlano in Origini, e la mia prozia Zagorka va in Unione Sovietica per diventare un cosmonauta.
Anche questi sono Origini: un zatteriere, un frenatore, una professoressa di marxismo che ha dimenticato Marx. Un poliziotto bosniaco a cui piacerebbe essere corrotto. Un soldato della Wehrmacht a cui piace il latte. Una scuola elementare per tre studenti. Un nazionalismo. Un Yugo. un Tito. Un Eichendorff. Un Sasa Stanišić.

Premiato con il German Book Prize 2019
Keller Editore, 2021
Traduzione italiana di Federica Garlaschelli

Sasa Stanišić

Saša Stanišić Foto: © Katja Sämann Saša Stanišić è nato a Višegrad (Jugoslavia) nel 1978 e vive in Germania dal 1992. I suoi racconti e romanzi sono stati tradotti in oltre 30 lingue e hanno ricevuto numerosi premi. Saša Stanišić ha ricevuto il Premio della Fiera del libro di Lipsia per “Before the Festival” e più recentemente per “Origini” il German Book Prize 2019, nonché il Premio letterario Eichendorff e il Premio Hans Fallada dalla città di Neumünster. Vive e lavora ad Amburgo.

<< Torna a Passo la parola

Top