Spettacolo di danza Blind Sight

Genova OutsideR DanceR © Festival Internazionale di Danza

24 maggio 2016, ore 21

Casa Paganini, Piazza S. Maria in Passione 34, Genova

Festival Internazionale di Danza "Genova OutsideR DanceR"

La prima edizione di Genova OutsideR DanceR, dal 7 maggio al 24 luglio, rinnova la radicata tradizione che la danza ha nella nostra città, con un festival internazionale che offre un variegato quadro di un campo delle arti performative in continua evoluzione, più vivo che mai e seguito da un sempre maggior numero di appassionati. Durante il festival, Genova sarà pervasa dalla danza, ospitata non solo in teatro, ma anche in musei, antichi palazzi, strade, porticati e piazze. Nel programma troveranno spazio temi e personaggi classici rivisti attraverso lo sguardo della contemporaneità, grandi étoiles mondiali, spettacoli che uniscono danza, musica e ricerca, nuove creazioni di giovani artisti e occasioni di formazione grazie a stage e masterclass.
 
La presenza tedesca è diffusa in tutto il festival con danzatori e coreografi che dalla Germania provengono o che in Germania si sono formati, con musiche di compositori tedeschi che contribuiscono alla costruzione di interi spettacoli e con una mostra fotografica che, raccontando alcuni straordinari momenti della storia della danza del Novecento, offre anche un omaggio a Pina Bausch.
 
Dopo “Orfeo Rave”, che il 7 maggio aprirà il Festival con una rivisitazione di quell’antico mito di Orfeo ed Euridice che già ispirò la poesia di Rainer Maria Rilke, il primo appuntamento per noi particolarmente significativo sarà il 24 maggio in Casa Paganini con “Blind Sight, spettacolo capace di creare uno stretto legame tra danza, musica e ricerca, creato dal coreografo Sagi Gross per la compagnia internazionale GrossDanceCompany.
 
Blind Sight” è una metafora dell’impatto che l’evoluzione tecnologica e sociale ha sui rapporti umani. I danzatori entrano ed escono ripetitivamente dalla scena, mentre il loro contatto fisico non porta mai a un vero incontro, ma a collisioni e rimbalzi. E' questo ciò che siamo nelle nostre relazioni? Così reagiscono i nostri sensi al diluvio di informazioni cui la tecnologia ci espone e ai conflitti che la vicinanza tra simili comporta? Sagi Gross ci offre un'appassionata esplorazione delle relazioni interpersonali, su musiche da lui stesso rielaborate e assemblate, che dalla Sinfonia delle Alpi di Richard Strauss ci portano al giovane islandese Ólafur Arnalds.
 
Lo spettacolo nasce da una collaborazione tra il Goethe-Institut Genua e il centro di ricerca Casa Paganini-InfoMus e si inserisce nell’ambito del progetto europeo H2020 DANCE, dedicato allo studio di nuove tecnologie per misurare le qualità espressive del movimento nella danza. Una sfida che richiede un necessario dialogo tra scienziati e artisti, dialogo che nella seconda metà di maggio si svilupperà in Casa Paganini nel corso di due appuntamenti: uno con Sagi Gross, che nei giorni successivi allo spettacolo soggiornerà in Casa Paganini per esplorare insieme il suo linguaggio coreutico; l’altro un workshop realizzato in collaborazione anche con il Teatro Carlo Felice, in occasione del nuovo allestimento di Rosetta Cucchi della “Salome” di Richard Strauss, per indagare il rapporto gesto/suono nell’interpretazione della “Danza dei sette veli”.
 
Blind Sight
di Sagi Gross e Jeroen Fransen
coreografia di Sagi Gross per i danzatori della GrossDanceCompany 
danzatori: Faizah Grootens, Sagi Gross, Richard Oberscheven, Rob Polmann, Jeffrey Stuut, Asuka Watanabe
regia: Jeroen Fransen
management: Edwige Leblay
 
La GrossDanceCompany è una compagnia composta dalle più diverse nazionalità (Israele, Germania, Curaçao, Stati Uniti, Paesi Bassi, Giappone), ma con un forte rapporto di formazione e scambio con la scuola di danza tedesca e con un forte rapporto di collaborazione con importanti istituzioni del teatro e della danza in Germania. Fondata nel 2012 dal coreografo Sagi Gross e dall’artista performativo Jeroen Fransen, ha definito come punto focale della sua ricerca e produzione il rapporto dell’individuo con l’ambiente culturale circostante. Le coreografie di Sagi Gross, così come gli spettacoli della sua compagnia sono richiesti in tutto il mondo. La prima produzione “One Charming Night” è stata sostenuta dal centro coreografico CNN-Roubaix di Carolyn Carlson, mentre la più recente “Silent Force” è stata presentata a Parigi al Museo del Louvre.
 
Programma completo Genova Outsider DanceR
 
Il Festival Genova OutsideR DanceR è il frutto di una collaborazione tra numerosi partner istituzionali: Teatro dell’Opera Carlo Felice, Teatro Stabile di Genova, Fondazione Luzzati–Teatro della Tosse, Palazzo Ducale Fondazione per la cultura, Goethe-Institut Genua, Porto Antico di Genova S.p.A.
 

Indietro