Incontro ATLANTE DEL GESTO_GENOVA

Atlante del gesto a Genova © Virgilio Sieni

Venerdì 20 ottobre 2017, ore17

Casa Paganini – InfoMus

Piazza di S. Maria in Passione, 34
Genova

Coreofonie – Il suono della danza

Il progetto Atlante del gesto_Genova torna con un nuovo appuntamento con Virgilio Sieni. Il danzatore e coreografo, ideatore dell’Atlante del gesto, sarà protagonista di un incontro che offrirà l’occasione per fare il punto sul progetto cresciuto a Genova nei mesi scorsi e per esplorare possibili sviluppi del percorso tra scienza e arte che esso ha avviato.
 
Può un progetto scientifico e tecnologico trasformarsi in uno spettacolo lirico e popolare, capace di coinvolgere centinaia di cittadini e di stimolarli a riappropriarsi della loro città, a riconquistare la memoria del loro patrimonio culturale, a creare una comunità attraverso l’emozione dell’arte?
 
Può una sperimentazione artistica generare nuova ricerca tecnologica e scientifica e offrire alternativi percorsi di conoscenza?
 
Su questi temi il pubblico potrà confrontarsi con Virgilio Sieni e con gli altri partecipanti alla tavola rotonda: Serena Bertolucci (Palazzo Reale di Genova), Antonio Camurri (Università di Genova), Roberta Canu (istituti Goethe di Torino e Genova), Federica Loredan (perfomer), Stefania Opisso (Teatro dell’Archivolto, Genova), Laura Santini (giornalista e editor della pagina facebook del progetto).
 
Anche questo nuovo appuntamento di Atlante del gesto_Genova nasce nell’ambito del progetto europeo Horizon 2020 ICT DANCE (dance.dibris.unige.it) coordinato da Casa Paganini-InfoMus, al quale partecipano come partner il Centro di Neuroscienze dell’Università di Maastricht e il KTH-Royal Institute of Technology di Stoccolma. Attraverso l’applicazione di nuove tecnologie tale progetto riesce nello straordinario intento di tradurre il movimento in suono, di far “vedere” la danza a occhi chiusi. Il pubblico che prenderà parte all’incontro potrà fissare un successivo appuntamento a Casa Paganini, per sperimentare sul proprio corpo e con le proprie orecchie come i sistemi di DANCE riescano a far sentire un movimento di danza, a far guardare attraverso l’udito.
 
L’incontro è a cura del centro di ricerca Casa Paganini – InfoMus (DIBRIS Università di Genova), in collaborazione con Goethe-Institut Genua, Teatro dell’Archivolto e Rete Danzacontempoligure.
 

Indietro