Film Victoria

Viktoria ©Monkeyboy

Lunedì 30 gennaio 2017, ore 18:00

Multicinema Modernissimo

Nell’ambito della rassegna cinema „Montagskino – I tedeschi del lunedì”

Germania 2015, 140’
Regia: Sebastian Schipper
Sceneggiatura: Sebastian Schipper, Olivia Neergaard-Holm, Eike Schulz
Fotografia: Sturla Brandth Grøvlen
Montaggio: Alexander von Sturmfeder
Suono: Fabian Schmidt
Musica: Nils Frahm
Con Laia Costa (Victoria), Frederick Lau (Sonne), Franz Rogowski (Boxer), Burak Yiğit (Blinker), Max Mauff (Fuß), André M. Hennicke (Andi)
 
Victoria una ragazza spagnola balla con passione nelle discoteche di Berlino. Fuori da un locale incontra quattro amici che si presentano con i nomi di Sonne, Boxer, Blinker e Fuß. Scambiano subito quattro chiacchiere. Sonne e Victoria si sentono attratti l'uno dell'altra e abbandonano il gruppo alla prima occasione. Ma il loro tenero flirt è interrotto bruscamente dagli altri, perché per i ragazzi la notte non è ancora finita. Per saldare un vecchio debito contratto da Boxer in prigione decidono di rapinare una banca. E visto che uno di loro è troppo ubriaco, vogliono che sia proprio Victoria a guidare la macchina. Quello che è iniziato come un gioco all'improvviso diventa tragicamente serio.

Raccontato in un lungo piano sequenza a cavallo tra i generi, strizzando l'occhio al thriller!
 
Sulla base della propria sceneggiatura, l’attore e regista Sebastian Schipper racconta la storia di una notte mozzafiato per le strade della metropoli. La macchina da presa intreccia senza interruzioni il passare del tempo e numerose location, mettendo lo spettatore al centro dell'azione. A fianco del gruppo di incoscienti diamo uno sguardo alla città dai tetti dei palazzi, vagabondiamo lungo marciapiedi deserti e ci nascondiamo in cortili isolati mentre eventi apparentemente banali si fondono in un drammatico tour de force.
 
„Nessun film prima di questo si è avvicinato così tanto alla notte berlinese.“ (Der Tagesspiegel)
 
In concorso al Festival del Cinema Internazionale di Berlino 2015 Victoria ha ricevuto un Orso d’Argento per la fotografia di Sturla Brandth Grøvlen, il Premio della Giuria dei Lettori del giornale Berliner Morgenpost e il premio Gilde Deutscher Filmkunsttheater.
 
Biografia: Sebastian Schipper
 
Sebstian Schipper (1968) prima di interessarsi per la regia era attore di teatro e cinema.
Nel 1999 esce il suo debutto „Absolute Giganten“, insignito di molti premi importanti. Seguono „Ein Freund von mir“ nel 2006 e „Mitte Ende August“ nel 2009, una reinterpretazione delle „Affinità elettive“ di J.W. Goethe.  
 
Un evento del Goethe-Institut in collaborazione con Stella Film – Multicinema Modernissimo.
 
Trailer:

 

Indietro