Biblioteca europea


La Biblioteca Europea, molto frequentata, offre alla letteratura di lingua tedesca una nuova vetrina nel panorama culturale della città di Roma. I media possono essere cercati e soprattutto sono reperibili in tutta Italia nel catalogo unico italiano.

Attraverso l'ulteriore integrazione del nostro patrimonio librario nella Biblioteca Europea potete trovare e prendere in prestito di nuovo nello stesso luogo tutti i più recenti media in lingua tedesca. In qualsiasi momento è possibile verificare la disponibilità del materiale desiderato nel catalogo online delle Biblioteche di Roma ed è possibile prenotare senza problemi i documenti. Inoltre attraverso il prestito interbibliotecario è possibile anche prendere in prestito i libri delle biblioteche comunali degli altri quartieri romani.

La Biblioteca Europea si è dimostrata un importante partner per la promozione della letteratura e delle traduzioni (in particolare nell'ambito della letteratura per bambini e ragazzi) e anche per la divulgazione delle più recenti pratiche nell'ambito dell'informazione e della biblioteche. La biblioteca mette a disposizione dei suoi utenti non solo letteratura tedesca ma anche i quotidiani tedeschi oltre a 7 postazioni internet e 66 posti di lettura.

Per un'Europa delle culture - la Biblioteca Europea

La Biblioteca Europea ha aperto i battenti il 24 ottobre 2006 grazie e in seguito ad un’intensa collaborazione fra il sistema bibliotecario romano – le Biblioteche di Roma – e undici Istituzioni Straniere di Cultura con sede in Roma (Accademia Ungherese, Sezione Culturale dell’Ambasciata dei Paesi Bassi, Sezione Culturale dell’Ambasciata Svizzera, Istituto di Cultura Svizzero, The British Council, Österreichisches Kulturforum Rom, Goethe-Institut, Istituto Cervantes, Istituto di Cultura Polacco, Istituto di Cultura Sloveno) e le rappresentanze in Italia della Commissione Europea e del Parlamento Europeo.
L’Istituzione Biblioteche di Roma è l’attore principale di quest’impresa. L’obiettivo primario è quello di mettere a disposizione dei cittadini romani un’ampia offerta di informazioni e di media in lingua straniera all’interno di una delle biblioteche del circuito, in questo caso la Biblioteca Europea: con l’intento di proporre una piattaforma europea di cultura, informazioni e formazione, che viene sostenuta e curata in collaborazione con gli Istituti Culturali Europei e le Ambasciate. Oltre ai classici servizi di biblioteca, si propone una vivace attività di manifestazioni per assumere un ruolo decisivo di mediazione nell’ambito della promozione della lettura e della letteratura.

La frequentazione della Biblioteca Europea e il prestito dei media sono gratuiti. Coloro che già detengono la tessera delle biblioteche romane (Bibliopass) hanno automaticamente diritto di accesso alla Biblioteca Europea. La costituzione di un patrimonio completo e in varie lingue è in fase di evoluzione, con l’obiettivo di raggiungere entro qualche anno un patrimonio di circa 28.000 unità. L’offerta tiene soprattutto conto dei settori letteratura classica e contemporanea, arte, sociologia, storia, guide turistiche e rappresentazioni paesaggistiche, opere di consultazione, dizionari e materiale didattico di apprendimento delle varie lingue. Oltre a materiali audiovisivi, quotidiani e riviste, l’offerta comprende anche un vasto settore di libri per bambini e ragazzi. Complessivamente, il patrimonio è composto al 70% circa da letteratura nelle varie lingue europee e al 30% da letteratura in traduzione italiana.

La direzione della Biblioteca Europea è stata affidata a Anita Raja (direttrice per molti anni di una biblioteca romana e traduttrice di letteratura tedesca, fra l’altro delle opere di Christa Wolf), mentre il settore bambini e ragazzi viene diretto da Cristina Paterlini.