Incontro Residenze romane

Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo e il Goethe-Institut Rom da sin a ds - Foto (particolare): © Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo/Alberto Novelli, Foto (particolare): © Max Intrisano

Giovedì 10 giugno 2021, ore 19

Giardino del Goethe-Institut Rom

Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo e il Goethe-Institut Rom

Villa Massimo incontra il Goethe-Institut

*In caso di maltempo l'evento sarà annullato.

Diamo il benvenuto ai borsisti Katharina Pelosi e Markus Berges!

Nel giardino del Goethe-Institut ospitiamo la sound artist Katharina Pelosi e lo scrittore e cantautore Markus Berges, che ci presenteranno un assaggio della loro arte. I due artisti tedeschi sono attualmente borsisti presso l’Accademia Tedesca Roma Casa Baldi.

L'Accademia Tedesca Roma Villa Massimo ospita ogni anno 10 artisti tedeschi con una borsa di studio volta a fornire loro ispirazione e nuovo orientamento artistico. Si rivolge ad artisti che hanno dimostrato grande talento e straordinarie capacità nei campi dell’arte visiva, dell’architettura, della letteratura e della musica e delle arti pratiche.

L’incontro sarà introdotto da Gabriella Lepre, Radio Rai. Reciterà l’attrice Valeria Usai.
 

Katharina Pelosi

Katharina Pelosi Foto (particolare): © Katharina Pelosi Nata nel 1983 a Hanau, vive ad Amburgo. Completa gli studi presso l’Institut für Angewandte Theaterwissenschaften di Gießen (Istituto per scienze teatrali applicate) e lavora come artista del suono attraverso performance e drammi radiofonici. È stata membro del collegio accademico Performing Citizenship. Nel 2018 è borsista presso Villa Kamogawa (Goethe-Institut a Kyoto in Giappone) e nel 2020 presso l’Accademia Culturale Tarabya a Istanbul. È cofondatrice di Swoosh Lieu i cui progetti hanno partecipato fra l’altro al Stückemarkt del Berliner Theatertreffen e alla Tanzplattform.
Come progettista del suono si contraddistingue per una concezione dell’elemento sonoro come strumento di pari valore all’interno del processo teatrale. In molte produzioni si esibisce dal vivo. Nel suo lavoro si confronta con forme di memoria basate sul suono con lo scopo di sviluppare approcci estetico-formali basati su un discorso femminista e postcoloniale.

Markus Berges

Markus Berges Foto (particolare): © Benedikt Muer Nato nel 1966 a Telgte, vive a Colonia. Studia storia e germanistica. Nel 1994 fonda la band Erdmöbel, di cui è cantante e cantautore e con la quale pubblica 13 album, fra cui l’ultimo Hinweise zum Gebrauch (2018). Le sue canzoni sono caratterizzate da una poesia del quotidiano e dell’attimo soggettivo. Erdmöbel gioca con le aspettative relative al pop e all’arte, ad esempio attraverso libere reinterpretazioni di hit internazionali o con un canone in crescita di canzoni natalizie da lui scritte.
Nel 2010 Berges pubblica il suo primo romanzo. Ampi sono gli scenari della sua prosa, come, ad esempio, nel suo secondo romanzo, dove collega alcuni scorci sulla vita di Bob Dylan in tour con il destino di un giovane tedesco nell’Ucraina degli anni ’30. Markus Berges ha vinto una serie di borse di studio, fra cui Spreewald Literaturstipendium 2020.


In collaborazione con

Logo Accademia Tedesca Roma Villa Massimo .
 

Indietro