Conferenza degli assenti

Conferenza degli assenti Foto (dettaglio): © Sebastian Hoppe

La conferenza degli assenti è una performance del collettivo artistico Rimini Protokoll, in coproduzione con il Goethe-Institut. In tournée in diverse città europee, prevede che i relatori della conferenza non siano presenti fisicamente in scena bensì rappresentanti dal pubblico che legge in loro vece i loro interventi. Una proposta teatrale che, sostituendo la presenza digitale con quella fisica per interposta persona, diventa una tournée che viaggia senza impatto climatico e libera dalle costrizioni del COVID-19.

Il collettivo

Rimini Protokoll

Helgard Haug, Stefan Kaegi e Daniel Wetzel hanno fondato il collettivo Rimini Protokoll nel 2000 e da allora lavorano sotto questo nome, anche in coppia o singolarmente, incentrando l’attività su un continuo sviluppo degli strumenti teatrali per offrire nuove prospettive sulla realtà.


Per realizzare i propri progetti, che spaziano dalle installazioni sceniche alle creazioni radiofoniche, il gruppo teatrale si avvale spesso di persone definite “esperte”, ossia non attori, ma persone che portano autenticamente in scena la loro vita o la loro attività. Il collettivo ama inoltre trasporre spazi o realtà sociali in progetti teatrali di differenti formati, giocando anche con l’interattività e la tecnologia.
 
In Hauptversammlung, ad esempio, ha trasformato in performance teatrale l’assemblea generale degli azionisti della Daimler, mentre in Call Cutta e Call Cutta in a Box ha realizzato una sorta di teatro telefonico, mettendo in scena una conversazione transatlantica tra spettatori e operatori di un call center indiano.
 
In 100% City, lavoro portato in tournée mondiale e di volta in volta ricontestualizzato nella città ospitante, ha mandato sul palcoscenico 100 cittadine e cittadini selezionati come campione statisticamente rilevante, mentre in Welt-Klimakonferenz ha ricostituito allo Schauspielhaus di Amburgo il dramma della lentezza della diplomazia dimostrata alla Conferenza mondiale sul clima.

Situation Rooms – A multiplayer video piece è un progetto di realtà aumentata con 20 persone del pubblico che si muovono su una sorta di set cinematografico seguendo storie di guerra tra spie e mercanti di armi. In Utopolis il pubblico viene guidato attraverso la città da 48 altoparlanti portatili per intraprendere un percorso verso utopie condivise o contraddittorie.
 
I progetti Chinchilla Arschloch, waswas (2020), Situation Rooms (2014), Wallenstein (2006) e Deadline (2004) hanno partecipato al Theatertreffen di Berlino.
 
Tra i riconoscimenti ricevuti: Premio per la drammaturgia di Mülheim per Karl Marx. Capital, Volume one, Premio tedesco per il teatro Faust, Gran Premio del Teatro dell’Ufficio Federale della Cultura Svizzera, Premio Europa per il teatro Nuove realtà, Leone d’Argento della Biennale Teatro di Venezia, Premio tedesco per il radiodramma e Premio per il radiodramma dei non vedenti di guerra.
 
Dal 2003 il gruppo Rimini Protokoll ha sede a Berlino.
 
Rimini Protokoll – Sito web

Staatschauspiel, Dresda Videoframe © Goethe-Institut Italien

1° giugno 2021, Dresda, Staatschauspiel
Doppia intervista: Daniel Wetzel e Lüder Wilcke

La prima della tournée si è svolta il 1° giugno 2021 a Dresda, allo Staatsschauspiel. La domanda che si sono posti i Rimini Protokoll durante l’ideazione dello spettacolo era: cosa succede se tutti i relatori invitati ad una conferenza disdicono, improvvisamente impossibilitati a viaggiare a causa del Covid-19 o del cambiamento climatico? E cosa succederebbe se si chiedesse al pubblico di prendere il loro posto? Dopo un anno e mezzo di telepresenza, allo Staatsschauspiel Dresden sono andate in scena nuove vie della rappresentazione, in assenza di protagonisti sul palco. E come è andata? Scopritelo attraverso le voci di Daniel Wetzel dei Rimini Protokoll e Lüder Wilcke, drammaturgo dello Staatsschauspiel, intervistati dal nostro blogger Christian Rätsch. 

La tournée

È partita lo scorso giugno la tournée europea della Conferenza degli assenti, presentata il 1°giugno 2021 a Dresda allo Staatschauspiel, successivamente al Ruhrfestspiele di Recklingshausen e infine al Mousonturm di Francoforte. I prossimi appuntamenti sono: Madrid, Naves del Español en Matadero, dall’8 al 10 ottobre; Roma, Mattatoio per Romaeuropa Festival, dal 2 al 4 novembre; Venezia, Mostra Internazionale di Architettura della Biennale, 20 3 21 novembre; Lussemburgo, Grand Théâtre, 30 novembre e 1° dicembre; Bruxelles, Kaaitheater, 8 e 9 dicembre; Lisbona, Teatro do Bairro Alto, dal 23 al 26 febbraio 2022; Parigi, Centre Pompidou, a maggio del 2022.

I reportage

In questa sezione i nostri blogger, uno per città della tournée, con brevi video e interviste ci raccontano lo spettacolo e gli effetti della telepresenza performativa sul pubblico. Al termine della tournée, Rimini Protokoll realizzerà un film conclusivo con i contributi dei partecipanti in tutta Europa.

Il pubblico di Dresda Collage © Goethe-Institut Italien

Premiere Dresda, giugno 2021
Il pubblico di Dresda

Il nostro blogger a Dresda, Christian Rätsch, in questo video ha intervistato i partecipanti della prima teatrale della Conferenza degli Assenti. Lennart, Christian, Franziska... da semplici spettatori si sono trovati sul palco, guidati da una suggeritrice e coinvolti fin da subito in una serie di emozioni che non si aspettavano di provare.

E com’è stato tornare finalmente a teatro in presenza, dopo mesi di chiusura a causa della pandemia? Christian ce lo racconta nel suo articolo:

Top